Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 20

Discussione: Caldaia con termostato a modulazione Junkers.

  1. #1
    Digital-Forum New User
    Data Registrazione
    Aug 2004
    Messaggi
    12

    Predefinito Caldaia con termostato a modulazione Junkers.

    Ciao, c'è tra voi un idraulico che mi spiega due cosucce?:

    1)

    è il termostato ambiente che modula la fiamma della caldaia o e la caldaia stessa che lo fa una volta raggiunta la temperatura massima dell'acqua impostata tramite la manopola presente sulla caldaia?

    2)

    è possibile e se si come, montare un termostato digitale on-off al posto di quello presente a modulazione a rotellina?

    Il problema è che quello a modulazione ha tre fili, mentre quello on-off ne ha due.
    Mi rimane un filo!!!!!!!!!!!

    Il problema e che o comperato un termostato digitale on-off per installarlo sulla caldaia e dopo mi sono accorto che quello presente era a modulazione.

    Se me ne accorgevo prima avrei acquistato quello digitale della Junkers che è a modulazione, ma ormai ho questo.

    La caldaia è siglata ZWR24.

    Io ho fatto alcune prove senza successo.

    Togliendo completamente il termostato ambiente, lasciando quindi liberi i morsetti 1, 2 e 4 (quelli dove va collegato il termostato a modulazione) la caldaia parte in quarta.
    Ebbene si, senza termostato si accende è comincia a scaldare.
    Su un altra morsettiera a fianco numerata dal 5 al 10, c'è un ponte tra il numero 8 ed il numero 9.

    Se tolgo questo ponte la caldaia si spegne, e questo mi fa pensare che proprio li potrei attaccare il termostato on-off.

    Fatta la prova ho notato che però quando metto a il termostato on-off ad una temperatura più bassa di quella presente nella stanza, la caldaia si spegne ma rimane all'interno un rumore; non capisco se è una ventola o la pompa dell'acqua che continua a girare.
    La fiamma comunque si spegne.

    C'è qualcuno che mi può dare qualche delucidazione in proposito?

    Grazie.

    •   Alt Pubblicità
        




  2. #2
    Digital-Forum Junior Plus
    Data Registrazione
    Nov 2004
    Messaggi
    117

    Exclamation

    Non so' che lavora fai tu,e comunque ti consiglio di chiamare un idraulico e fargli fare il lavoro in tutta sicurezza sia dell'impianto e soprattutto di te e di chi vive in casa con te!
    Sai quanti fanno prima da se' .... e poi chiamano l'assistenza della caldaia perche' non sanno piu' dove mettere le mani e magari hanno fatto un casino che gli costa molto piu' di una semplice chiamata.
    Un semplice consiglio,comunque e' questo:vai da chi ti ha venduto il termostato e ti fai spiegare se e' adatto,semplice.Di solito il termostato attacca e stacca il contatto per l'acqua del riscaldamento in caldaia e quindi sono sufficienti due fili .

  3. #3
    DIGITAL-FORUM SPECIAL GUEST L'avatar di LOUISINO
    Data Registrazione
    Sep 2002
    Località
    URBE ETERNA
    Messaggi
    10,079

    Predefinito

    Il ponticello 8-9 è per il termostato ambiente, che andrebbe messo nel punto più freddo di casa.
    Il rumore che senti a caldaia spenta, è il circolatore dell'acqua. Anche a fiamma spenta l'acqua continua a circolare.
    Cmq per questi interventi sulla caldaia conviene sempre chiamare un tecnico autorizzato, possibilmente del centro asssistenza.
    26MAGGIO2013, NON C'E' RIVINCITA

  4. #4
    Digital-Forum Junior Plus
    Data Registrazione
    Nov 2004
    Messaggi
    117

    Thumbs up

    Citazione Originariamente Scritto da Louisino
    Il ponticello 8-9 è per il termostato ambiente, che andrebbe messo nel punto più freddo di casa.
    Il rumore che senti a caldaia spenta, è il circolatore dell'acqua. Anche a fiamma spenta l'acqua continua a circolare.
    Cmq per questi interventi sulla caldaia conviene sempre chiamare un tecnico autorizzato, possibilmente del centro asssistenza.

    Ottimo e semplice!

  5. #5
    Digital-Forum New User
    Data Registrazione
    Aug 2004
    Messaggi
    12

    Predefinito

    Non sono esperto ma mi arrangio per le piccole cose;

    la caldaia non è mia ma di mio zio.

    Ieri è venuto il tecnico a sostituire una scheda difettosa che faceva spegnere la fiamma.
    Io ero al lavoro così no ho potuto chiedere informazioni.

    Comunque mi sembra di capire che più o meno ci ho azzeccato.

    Rimane il problema che, mentre con il termostato a modulazione (tre fili), se lo metto a zero la caldaia cessa di emettere rumore entro un minuto, con quello on-off collegato al ponticello 8-9 continua a far girare la pompa dell'acqua pur essendo spenta la fiamma.

    C'è un piccolo schema elettrico che spiega una cosa che riguarda la pompa.

    Vicino alla morsettiera da 5 al 10, c'è un filo verde che può essere collegato in due sedi diverse; credo che in base al termostato installato si debba spostare tale filo in una sede piuttosto che in un altra.
    Penso che il termostato a modulazione fermi anche la pompa dell'acqua una volta raggiunta la temperatura ambiente o una volta messo a zero, mentre quello on-off spegne solo la caldaia proprio perché lo spegnimento della pompa è ancora settato con l'utilizzo a modulazione.
    Domani posto il disegno, se per caso c'è qualcuno che sa il tedesco.


    P.S. se richiamo il tecnico per questa cosa mi costa altri 50 euro solo di chiamata, e penso che per la scheda mio zio ne abbia già da pagare 150 se tutto va bene!!


    Grazie se se ci sono ulteriori dritte son qui.

  6. #6
    DIGITAL-FORUM SPECIAL GUEST L'avatar di PILUCCHETTA
    Data Registrazione
    Apr 2002
    Messaggi
    6,485

    Predefinito

    Per quanto riguarda la pompa, ci sono caldaie che la tengono sempre in alimentazione e quindi girano sempre ed altre che la disattivano qualche minuto dopo che si è spenta la fiamma. Questo a causa dell' effetto d'inerzia che ha il calore, che fa si che la temperatura aumenti di qualche grado anche se la fiamma è spenta. Spegnendosi qualche minuto dopo, si evita che l'acqua vada in ebollizione con conseguente blocco del bruciatore.
    Però, le nuove caldaie, non hanno più la fiammella pilota, ma una fiamma che modula la potenza a seconda della richiesta di calore. Quindi quando avrà raggiunto la temperatura di esercizio la fiamma non si spegnerà ma si metterà automaticamente al minimo. Credo però che la pompa in questo caso sia sempre in funzione.
    Pilucchetta

  7. #7
    Digital-Forum Senior
    Data Registrazione
    Apr 2003
    Messaggi
    199

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da PILUCCHETTA
    Per quanto riguarda la pompa, ci sono caldaie che la tengono sempre in alimentazione e quindi girano sempre ed altre che la disattivano qualche minuto dopo che si è spenta la fiamma. Questo a causa dell' effetto d'inerzia che ha il calore, che fa si che la temperatura aumenti di qualche grado anche se la fiamma è spenta. Spegnendosi qualche minuto dopo, si evita che l'acqua vada in ebollizione con conseguente blocco del bruciatore.
    Però, le nuove caldaie, non hanno più la fiammella pilota, ma una fiamma che modula la potenza a seconda della richiesta di calore. Quindi quando avrà raggiunto la temperatura di esercizio la fiamma non si spegnerà ma si metterà automaticamente al minimo. Credo però che la pompa in questo caso sia sempre in funzione.
    Pilucchetta
    Diverse caldaie hanno due ingressi per contatti esterni , il primo e' per l'orologio che accende o spegne tutto (fiamma e pompa ) il secondo che e' per il termostato ambiente spegne solo la fiamma ; si puo' pero' ponticellare il contatto del termostato e mettere il termostato al posto dell'orologio e fare funzionare tutto o niente il che porta a risparmiare anche 1 kwh al giorno di elettricita' (la pompa assorbe ca 100w) farla andare per circa 10 ore anche quando non ho bisogno di calore ai termosifoni e' sbagliato .
    Sul secondo punto (la fiamma pilota ) forse hai fatto un po' di confusione :
    le vecchie caldaie avevano la fiamma pilota che rimaneva sempre accesa e serviva per accendere il bruciatore , adesso sono tutte (penso) dotate di accensione elettronica e non serve piu' tenere la fiammella accesa , poi hanno la fiamma modulata ma solo quando funziona .

  8. #8
    DIGITAL-FORUM SPECIAL GUEST L'avatar di PILUCCHETTA
    Data Registrazione
    Apr 2002
    Messaggi
    6,485

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ginorosi
    (la pompa assorbe ca 100w) farla andare per circa 10 ore anche quando non ho bisogno di calore ai termosifoni e' sbagliato .
    Io intendevo solo quando l'interruttore del riscaldamento è acceso.

    Sul secondo punto (la fiamma pilota ) forse hai fatto un po' di confusione
    Mi quoto da solo:
    Però, le nuove caldaie, non hanno più la fiammella pilota, ma una fiamma che modula la potenza a seconda della richiesta di calore. Quindi quando avrà raggiunto la temperatura di esercizio la fiamma non si spegnerà ma si metterà automaticamente al minimo. Credo però che la pompa in questo caso sia sempre in funzione.
    Pilucchetta
    Infatti sono quelle elettroniche::
    Pilucchetta

  9. #9
    Digital-Forum Senior
    Data Registrazione
    Apr 2003
    Messaggi
    199

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da PILUCCHETTA
    Io intendevo solo quando l'interruttore del riscaldamento è acceso.
    Scusa ma io l'interruttore del riscaldamento lo lascio sempre acceso, quando non ci sono imposto la temperatura piu' bassa mica spengo l'impianto, quindi nella condizione che dicevo la pompa mi rimane accesa e se la temperatura ambiente cala riparte il bruciatore.

    Sul tuo secondo punto non ti seguo , l'accensione elettronica e' stata 'inventata' proprio per non fare rimanere accesa la fiamma pilota , quindi se non ho acceso il bruciatore non c'e' nessuna fiamma .

  10. #10
    DIGITAL-FORUM SPECIAL GUEST L'avatar di PILUCCHETTA
    Data Registrazione
    Apr 2002
    Messaggi
    6,485

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ginorosi
    Scusa ma io l'interruttore del riscaldamento lo lascio sempre acceso, quando non ci sono imposto la temperatura piu' bassa mica spengo l'impianto, quindi nella condizione che dicevo la pompa mi rimane accesa e se la temperatura ambiente cala riparte il bruciatore.
    Eh, ed io che ho detto?!

    Sul tuo secondo punto non ti seguo , l'accensione elettronica e' stata 'inventata' proprio per non fare rimanere accesa la fiamma pilota , quindi se non ho acceso il bruciatore non c'e' nessuna fiamma .
    Si parlava di riscaldamento, non di produzione di acqua calda sanitaria. Nel riscaldamento credo, ripeto credo perchè non ne sono sicuro al 100%, che la fiamma rimanga sempre accesa e si metta automaticamente al minimo/massimo a seconda della richiesta di calore e in questo caso la pompa rimanga sempre in funzione (come hai del resto già detto tu) . Diverso il caso del'acqua calda, in cui la fiamma è spenta e si accende appena si apre il rubinetto dell'acqua calda.
    Pilucchetta

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima



Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Ricerca personalizzata