Pagina 1 di 96 1231151 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 952

Discussione: Accordi frequenze TV per 5G tra Italia e Paesi confinanti




  1. #1
    Digital-Forum Silver Master
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,960

    Exclamation Accordi frequenze TV per 5G tra Italia e Paesi confinanti

    Post aggiornato al 26/4/2019

    --------------------------------------

    Aggiornamento del 20/4/2019

    ----------------------------

    Aggiornamento del 29/3/2019

    Consultazione pubblica Linee Guida graduatorie:

    operatori di Rete

    FSMA locali


    ----------------------------

    Aggiornamento del 28/3/2019

    Consultazione calendario rilascio dei 700 MHz (Roadmap liberazione 700 MHz)

    ------------------------------------------------

    Aggiornamento del 7/2/19

    Delibera Agcom 39/19 (Suddivisione aree tecniche + classificazione mux nazionali)

    ------------------------------------------------

    ---------------------------------------------------

    Citazione Originariamente Scritto da godai75 Visualizza Messaggio
    Pubblicati sul Mise i testi degli accordi con i paesi confinanti con indicazione delle frequenze spettanti a ciascuno per la liberazione della banda 700
    E possibile aprire una sezione specifica su tale argomento chiedo agli amministratori?
    Accordi internazionali frequenze TV. La banda di frequenza 700 MHz dovrà essere liberata nell'Unione Europea entro il 30 giugno 2020 (30 giugno 2022 per i Paesi che hanno specifiche necessità) per destinarla ai servizi di comunicazione elettronica a banda larga senza fili (frequenze per il 5G)


    Attualmente l'Italia ha firmato accordi per la banda UHF con:

    1) Spagna

    Provincia di:

    Barcellona (Collserola)

    Girona (Rocacorba, Massanet Cabrenys)

    isola di Maiorca (Alfabia)

    Minorca (Monte Toro)


    Italia: Sardegna (Punta Badde Urbara, Limbara, Poggio dei Pini, Monte Oro, Monte Serpeddì, Monte Ortobene, Capoterra, San Michele)

    ------------------------------------

    Francia, Città del Vaticano e Principato di Monaco


    2) Francia: 21, 22, 24, 25, 28, 29, 31, 34, 37, 39, 44, 45, 48

    Principato di Monaco: 23, 27, 30, 35, 41

    Città del Vaticano: 21, 28, 35 e 45

    Italia: 23, 26, 27, 30, 32, 33, 36, 38, 40, 41, 42, 43, 46, 47

    --------------------------------------------

    Slovenia, Croazia, Montenegro, Grecia


    3) Italia, (San Marino*): 24, 25, 26, 30, 32, 36, 37, 38, 40, 42, 44, 46, 47, 48

    (Albania*), Croazia, Grecia, Montenegro, Slovenia: 21, 22, 23, 27, 28, 29, 31, 33, 34, 35, 39, 41, 43, 45

    *manca la firma ufficiale

    --------------------------------------------

    Svizzera


    4) Svizzera (Ticino - Poschiavo): 24, 27, 29, 31, 32, 33, 35, 37, 39, 41, 42, 43, 47

    Italia: 21, 22, 23, 25, 26, 28, 30, 34, 36, 38, 40, 44, 45, 46, 48


    Svizzera (Muenstertal - ripetitore di S.Maria i.M.Crappetta): 23, 24, 26, 27, 28, 29, 31, 32, 35, 37, 42, 44, 47, 48

    Italia (Malles Venosta): 21, 22, 25, 30, 33, 34, 36, 38, 39, 40, 41, 43, 45, 46

    --------------------------------------------

    Austria


    5) Austria (Zona A): 22, 23, 24, 27, 32, 33, 36, 37, 39, 41, 42, 43, 44, 47

    Italia (Bolzano Ovest): 21, 25, 26, 28, 29, 30, 31, 34, 35, 38, 40, 45, 46, 48


    Austria (Zona B): 22, 23, 24, 27, 32, 33, 35, 36, 37, 39, 41, 43, 44, 47

    Italia (Bolzano Ovest): 21, 25, 26, 28, 29, 30, 31, 34, 38, 40, 42, 45, 46, 48


    Austria (Zona C): 24, 25, 27, 28, 32, 33, 35, 36, 37, 39, 41,43, 44, 47

    Italia (Bolzano Ovest): 21, 22, 23, 26, 29, 30, 31, 34, 38, 40, 42, 45, 46, 48


    Austria (Zona D): 23, 24, 28*, 30, 31,33, 34**, 35, 39, 41, 43, 45, 46*, 48

    Italia (Udine nord): 25, 26, 28*, 29, 32, 34**, 36, 37, 38, 40, 42, 44, 46*, 47

    * utilizzo condiviso Tarvisio (Italia) - Wolfsberg 1 (Austria)

    ** utilizzo condiviso Tarvisio (Italia) - Bleiburg 2 (Austria)

    -------------------------

    Malta


    6) Malta: 21, 22, 23, 25, 26, 28*, 30, 31*, 33, 38, 39, 43, 45

    Italia: 24 (da usare nelle province di Ragusa, Siracusa e Catania)

    27

    28* (da usare solo nella provincia di Trapani)

    29

    31* (da usare solo nella provincia di Trapani)

    32

    34 (da usare nelle province di Trapani, Agrigento, Caltanissetta ed Enna)

    35, 36, 37, 40

    41 (da usare nelle province di Ragusa, Siracusa, Caltanissetta, Catania, Agrigento, Enna)

    42

    44 (da usare nelle province di Ragusa, Siracusa, Caltanissetta, Catania, Agrigento, Enna)

    46, 47, 48

    * frequenza, soggetta a limitazioni, da usare su basi condivise

    --------------------------

    Per la banda VHF con:

    Svizzera



    5

    Italia

    [DVB-T]
    : Province di Verbania-Cusio-Ossola, Vercelli, Biella, Novara, Varese, Como, Lecco, Milano, Lodi, Monza-Brianza, Pavia, Cremona, Bergamo, Piacenza, Sondrio


    [DAB]: Bolzano Ovest


    6

    Svizzera

    [DVB-T]
    : Poschiavo e Muenstertal


    [DAB]: Ticino


    7

    Italia

    [DVB-T]
    : Province di Verbania-Cusio-Ossola, Vercelli, Biella, Novara, Varese, Como, Lecco, Milano, Lodi, Monza-Brianza, Pavia, Cremona, Bergamo, Piacenza


    Svizzera

    [DVB-T]
    : Poschiavo, Muenstertal e Graubuenden


    8

    Italia

    [DVB-T]
    : Bolzano Ovest


    Svizzera

    [DVB-T]
    : Ticino


    9

    Italia

    [DVB-T]
    : Province di Verbania-Cusio-Ossola, Vercelli, Biella, Novara, Varese, Como, Lecco, Milano, Lodi, Monza-Brianza, Pavia, Cremona, Bergamo, Piacenza, Sondrio


    Svizzera

    [DAB]
    : Muenstertal


    9A
    [DAB]: Graubuenden


    10

    Italia

    [DVB-T]
    : Bolzano Ovest


    Svizzera

    [DAB]
    : Ticino e Poschiavo


    11

    Italia

    [DAB]
    : Province di Verbania-Cusio-Ossola, Vercelli, Biella, Novara, Varese, Como, Lecco, Milano, Lodi, Monza-Brianza, Pavia, Cremona, Bergamo, Piacenza


    11A, 11B
    [DAB]: Sondrio


    11B, 11C
    [DAB]: Bolzano Ovest


    Svizzera

    11C, 11D
    [DAB]: Poschiavo


    11D
    [DAB]: Muenstertal e Graubuenden


    12

    Italia

    12B, 12C
    [DAB]: Province di Verbania-Cusio-Ossola, Vercelli, Biella, Novara, Varese, Como, Lecco, Milano, Lodi, Monza-Brianza, Pavia, Cremona, Bergamo, Piacenza, Sondrio


    12A, 12B
    [DAB]: Bolzano Ovest


    Svizzera

    12A, 12D
    [DAB]: Ticino e Poschiavo


    12C
    [DAB]: Muenstertal


    12D
    [DAB]: Muenstertal e Graubuenden

    ---------------------------------

    Austria


    5

    Zona A: Austria (Nord-Ovest Tirolo)
    5A, 5B (PF), 5C (BF), 5D


    Zona B: Austria (Nord-Est Tirolo)
    5B (PF), 5D

    Italia (Bolzano centrale)
    5A, 5C


    Zona C: Austria (Tirolo Est)
    5 (PF)


    Zona D: Slovenia
    5


    6

    Zona A: Austria (Nord-Ovest Tirolo)
    6 (PF)


    Zona B: Austria (Nord-Est Tirolo)
    6A, 6B, 6D

    Italia (Bolzano centrale)
    6C


    Zona C: Austria (Tirolo Est)
    6B, 6D

    Italia (Bolzano Est)
    6A, 6C


    Zona D: Austria (Carinzia Ovest)
    6 (PF)


    7

    Zona A: Svizzera
    7


    Zona B: Austria (Nord-Est Tirolo)
    7B, 7D

    Italia (Bolzano centrale)
    7A, 7C


    Zona C: Austria (Tirolo Est)
    7A (PF), 7B, 7D

    Italia (Bolzano Est)
    7C


    Zona D: Austria (Carinzia Ovest)
    7B

    Italia (Udine Nord)
    7C, 7D

    Slovenia
    7A


    8

    Zona A: Italia (Bolzano Ovest)
    8 (PF)


    Zona B: Austria (Nord-Est Tirolo)
    8 (PF)


    Zona C: Austria (Tirolo Est)
    8B, 8D

    Italia (Bolzano Est)
    8A, 8C


    Zona D: Italia (Udine Nord)
    8 (PF)


    9

    Zona A: Svizzera
    9A

    Austria (Nord-Ovest Tirolo)
    9B, 9C, 9D (PF)


    Zona B: Italia (Bolzano centrale)
    9 (PF)


    Zona C: Italia (Bolzano Est)
    9 (PF)


    Zona D: Italia (Udine Nord)
    9 (PF)


    10

    Zona A: Italia (Bolzano Ovest)
    10 (PF)


    Zona B: Italia (Bolzano centrale)
    10 (PF)


    Zona C: Italia (Bolzano Est)
    10 (PF)


    Zona D: Austria (Carinzia Ovest)
    10A, 10B, 10C (PF)

    Slovenia
    10D


    11

    Zona A: Svizzera
    11D

    Austria (Nord-Ovest Tirolo)
    11A (PF)

    Italia (Bolzano Ovest)
    11B (PF), 11C (PF)


    Zona B: Austria (Nord-Est Tirolo)
    11A (PF), 11B (PF), 11C

    Italia (Bolzano centrale)
    11D


    Zona C: Austria (Tirolo Est)
    11A, 11B (PF), 11C

    Italia (Bolzano Est)
    11D


    Zona D: Austria (Carinzia Ovest)
    11B (PF), 11C, 11D

    Italia (Udine Nord)
    11A


    12

    Zona A: Svizzera
    12D

    Austria (Nord-Ovest Tirolo)
    12C (PF)

    Italia (Bolzano Ovest)
    12A (PF), 12B (PF)


    Zona B: Austria (Nord-Est Tirolo)
    12C (PF), 12D

    Italia (Bolzano centrale)
    12A (PF), 12B (PF)


    Zona C: Austria (Tirolo Est)
    12C (PF), 12D

    Italia (Bolzano Est)
    12A (PF), 12B (PF)


    Zona D: Austria (Carinzia Ovest)
    12D (PF)

    Italia (Udine Nord)
    12A (PF), 12B (BF)

    Slovenia
    12C


    posizioni fisse nel paese responsabile (GE06+)=(PF)

    scambio per un bilancio di frequenza=(BF)



    Lista dei trasmettitori che fanno parte delle zone limitate di coordinamento:

    Zona A

    [DVB-T]
    : Italia (Alta Val Venosta, Curon Venosta)


    [DAB]: Italia (Curon Venosta - Graun)


    Zona B

    [DVB-T]
    : Italia (Brennero)


    [DAB]: Italia (Campo di Trens, Campo di Trens - Freinfield, Freinfield, Monte Cavallo PC - Rosskopf Zs)


    [DAB]: Austria (Innsbruck 1)


    Zona C

    [DVB-T]
    : Italia (S.Candido)

    [DAB]: Italia (Corones, Plan Corones - Kronplatz, Plan de Corones, S.Candido - Innichen)


    [DAB]: Austria (Linz)


    Zona D

    [DVB-T]
    : Italia (Monte Priesing, M.S. di Lussari)


    [DAB]: Austria (Klagenfurt 1, Spittal Drau 1, Villach, Wolfsberg 1)
    Ultima modifica di milazzo in dtt; 26-04-19 alle 20:39



  2. #2
    Digital-Forum Silver Master
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,960

    Predefinito

    Post aggiornato al 25/4/2019


    Suddivisione generica aree tecniche


    Area 1: Piemonte (Asti, Cuneo, Torino, Alessandria, Biella, Novara, Verbania, Vercelli)


    Area 2: Valle d'Aosta


    Area 3: Piemonte orientale (Alessandria, Biella, Novara, Verbania, Vercelli);
    Lombardia (tranne provincia di Mantova) e provincia di Piacenza


    Area 4: Trentino Alto Adige (Trento = sub-area tecnica 4a;
    Bolzano = sub-area tecnica 4b)


    Area 5: Veneto e provincia di Mantova


    Area 6: Friuli Venezia-Giulia


    Area 7: Liguria


    Area 8: Emilia-Romagna (tranne provincia di Piacenza)


    Area 9: Toscana


    Area 10: Umbria


    Area 11: Marche


    Area 12: Lazio


    Area 13: Abruzzo e Molise


    Area 14: Campania


    Area 15: Puglia e Basilicata


    Area 16: Calabria


    Area 17: Sicilia


    Area 18: Sardegna



    Classificazione mux provvisoria

    N.B. Saranno inseriti anche La3, ReteCapri (ed Europa 7 ) non appena ci sarà l'assetto definitivo

    N = mux nazionali

    N 1 = Mediaset (?)

    N 2 = Mediaset (?)

    N 3 = DFree (?)

    N 4 = Persidera (?)

    N 5 = Persidera (?)

    N 6 = Persidera (?)

    N 7 = Rai (?)

    N 8 = Rai REGIONALE

    N 9 = Mediaset (?)

    N 10 = Cairo Due (?)

    N 11 = RAI (?)

    N 12 = da definire (?)


    [Intervento by AG-BRASC]
    Per il link suindicato, cerco di facilitare agli utenti la lettura del piano ricostruendone gli effetti regione per regione.

    Si tenga presente che:
    - questo piano potrebbe subire ulteriori ottimizzazioni/modifiche prima dell'effettivo rilascio.


    Update del 17/2/19


    Frequenze pianificate VHF/UHF aggiornate al 17/2/19


    TORINO e Piemonte
    Mux da assegnare dopo asta: 35 (Asti, Cuneo, Torino); 28 (Alessandria, Biella, Novara, Verbania, Vercelli)
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 30
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera (cioè TIMB+Rete A): 47 (45 prov. NO, VB, BI, VC, AL)
    Mux 3 Persidera: 42 (48 prov. NO, VB, BI, VC, AL)
    Mux Cairo/La7: 33 (25 prov. NO, VB, BI, VC, AL)
    Mux 1 Persidera: 32 (44 prov. NO, VB, BI, VC, AL)
    Mux 2 RAI: 23
    Mux locale N.1 di 1° livello: 41 (21 prov. NO, VB, BI, VC, AL)
    Mux locale N.1 di 2° livello: 27 (prov. AT, CN, TO)
    Mux locale N.2 di 2° livello: 29 (21 prov. AT)


    VALLE D'AOSTA
    Mux dopo asta: 35
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 43
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 42
    Mux Cairo/La7: 33
    Mux 1 Persidera: 32
    Mux 2 RAI: 23
    Mux locale N.1 di 1° livello: 27
    Mux locale N.1 di 2° livello: 41


    MILANO, Lombardia, prov. NO, VB, BI, VC, AL, PC
    Mux dopo asta: 28
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 30
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 45
    Mux 3 Persidera: 48
    Mux Cairo/La7: 25
    Mux 1 Persidera: 44
    Mux 2 RAI: 23
    Mux locale N.1 di 1° livello: 22
    Mux locale N.2 di 1° livello: 34
    Mux locale N.1 di 2° livello: 21 (prov. Brescia, Cremona, Lodi, Sondrio)
    Mux locale N.2 di 2° livello: 31 (prov. Brescia)


    TRENTO e BOLZANO
    Mux dopo asta: 32 (08 per zona Merano e Val Venosta e 09 per Brennero, Vipiteno, Valle Isarco, San Candido, Plan de Corones, Prato alla Drava)
    Mux 3 RAI: 26 (e 39 per zona Merano e Val Venosta)
    Mux RAI Regionale: 43 per TN; 30 per BZ
    Mux 1 Mediaset: 36 per Trento + zona Merano e Val Venosta (29 per Bolzano)
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 45
    Mux 3 Persidera: 48 (e 43 per zona Merano e Val Venosta)
    Mux Cairo/La7: 25 (e 23 dalle postazioni di San Candido, Plan de Corones, Prato alla Drava)
    Mux 1 Persidera: 44 per TN; 28 per BZ (22 per Val Venosta, postazioni di San Candido, Plan de Corones, Prato alla Drava)
    Mux 2 RAI: 24 per TN; 31 per BZ (33 per Val Venosta)
    Mux locale N.1 di 1° livello: 27 (escluso zona Merano, Val Venosta, Brennero, Vipiteno, Valle Isarco, San Candido, Plan de Corones, Prato alla Drava); 35 per TN; 21 per BZ
    Mux locale N.2 di 1° livello: 39 per TN; 34 per BZ
    Mux locale N.3 di 1° livello: 41 per TN; 42 per BZ (35 per Val Venosta e 41 per Malles Venosta)


    VENEZIA e Veneto, prov. MN (MANTOVA)
    Mux dopo asta: 05 (28 per Belluno)
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 37 (30 per Mantova)
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 48
    Mux Cairo/La7: 25
    Mux 1 Persidera: 44
    Mux 2 RAI: 24
    Mux locale N.1 di 1° livello: 42
    Mux locale N.1 di 2° livello: 32 per BL e VI
    Mux locale N.2 di 2° livello: 22 per BL


    TRIESTE e Friuli V.G.
    Mux dopo asta: 09
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 30 (29 per Alto Carnia / Tarvisio)
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 48 (34 per Alto Carnia / Tarvisio)
    Mux Cairo/La7: 25
    Mux 1 Persidera: 44
    Mux 2 RAI: 24 (28 per Alto Carnia / Tarvisio)
    Mux locale N.1 di 1° livello: 32
    Mux locale N.1 di 2° livello: 42 per GO e TS


    GENOVA e Liguria
    Mux dopo asta: 11 (05 per Imperia)
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 43
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 42
    Mux Cairo/La7: 33
    Mux 1 Persidera: 32
    Mux 2 RAI: 23
    Mux locale N.1 di 1° livello: 27
    Mux locale N.1 di 2° livello: 41 per GE, IM e SV


    BOLOGNA (+ PR, RE, MO, FE, FC, RA, RN)
    Mux dopo asta: 05 (28 per Parma e Reggio-Emilia)
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 37
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 48
    Mux Cairo/La7: 25
    Mux 1 Persidera: 44
    Mux 2 RAI: 24
    Mux locale N.1 di 1° livello: 32 (29 per PR e RE)
    Mux locale N.1 di 2° livello: 42 per Bologna e Modena
    Mux locale N.2 di 2° livello: 35 per PR e RE
    Mux locale N.3 di 2° livello: 39 per PR e RE


    FIRENZE e Toscana
    Mux dopo asta: 05 (28 per Siena, Firenze, Prato, Pistoia ed Arezzo)
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 30 (45 per AR)
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 48 (42 per MS, LU, PI, LI, GR, SI)
    Mux Cairo/La7: 25 (33 per MS, LU, PI, LI, GR, SI)
    Mux 1Persidera: 44 (32 per MS, LU, PI, LI, GR, SI)
    Mux 2 RAI: 24 (23 per MS, LU, PI, LI, GR, SI)
    Mux locale N.1 di 1° livello: 41
    Mux locale N.1 di 2° livello: 22 per AR e SI
    Mux locale N.2 di 2° livello: 27 per FI, PO e PT
    Mux locale N.3 di 2° livello: 31 per FI e PO
    Mux locale N.4 di 2° livello: 29 per PT
    Mux locale N.5 di 2° livello: 29 per AR


    PERUGIA e Umbria
    Mux dopo asta: 28
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 37
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 48 (42 per TR)
    Mux Cairo/La7: 25 (33 per TR)
    Mux 1 Persidera: 44 (32 per TR)
    Mux 2 RAI: 24 (23 per TR)
    Mux locale N.1 di 1° livello: 43
    Mux locale N.1 di 2° livello: 21
    Mux locale N.2 di 2° livello: 31 per PG
    Mux locale N.3 di 2° livello: 29 per TR


    ANCONA e Marche
    Mux dopo asta: 05
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 30
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 48
    Mux Cairo/La7: 25
    Mux 1 Persidera: 44
    Mux 2 RAI: 24
    Mux locale N.1 di 1° livello: 42
    Mux locale N.1 di 2° livello: 32 per AN, FM e MC


    ROMA e Lazio
    Mux dopo asta: 09 per Roma, Latina e Viterbo (28 per Rieti e Frosinone)
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 30 (45 per RI)
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 42 (48 per RI e FR)
    Mux Cairo/La7: 33 (25 per RI e FR)
    Mux 1 Persidera: 32 (44 per RI e FR)
    Mux 2 RAI: 23 (24 per RI e FR)
    Mux locale N.1 di 1° livello: 27
    Mux locale N.1 di 2° livello: 41 per RM
    Mux locale N.2 di 2° livello: 39 per RI
    Mux locale N.3 di 2° livello: 39 per FR
    Mux locale N.4 di 2° livello: 34 per RI
    Mux locale N.5 di 2° livello: 21 per FR


    PESCARA, L'AQUILA e Abruzzo
    Mux dopo asta: 07 (28 per L'Aquila)
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 37
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 48
    Mux Cairo/La7: 25
    Mux 1Persidera: 44
    Mux 2 RAI: 24
    Mux locale N.1 di 1° livello: 32 per PE, TE e CH (29 per AQ)
    Mux locale N.1 di 2° livello: 42 per PE
    Mux locale N.2 di 2° livello: 31 per AQ
    Mux locale N.4 di 2° livello: 22 per AQ


    CAMPOBASSO e Molise
    Mux dopo asta: 07 (28 per Isernia)
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 37
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 48
    Mux Cairo/La7: 25
    Mux 1 Persidera: 44
    Mux 2 RAI: 24
    Mux locale N.1 di 1° livello: 32 per CB (29 per IS)
    Mux locale N.3 di 2° livello: 45 per IS
    Mux locale N.5 di 2° livello: 39 per IS


    NAPOLI e Campania
    Mux dopo asta: 28
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 43
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 42 per NA e CE, 48 per BN, AV, SA
    Mux Cairo/La7: 33 per NA e CE, 25 per BN, AV, SA
    Mux 1 Persidera: 32 per NA e CE, 44 per BN, AV, SA
    Mux 2 RAI: 23 per NA e CE, 24 per BN, AV, SA
    Mux locale N.1 di 1° livello: 41
    Mux locale N.1 di 2° livello: 31
    Mux locale N.2 di 2° livello: 34 per CE e NA
    Mux locale N.3 di 2° livello: 22 per AV
    Mux locale N.4 di 2° livello: 21 per BN
    Mux locale N.5 di 2° livello: 39 per SA


    BARI e Puglia
    Mux dopo asta: 07
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 30
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 48
    Mux Cairo/La7: 25
    Mux 1 Persidera: 44
    Mux 2 RAI: 24
    Mux locale N.1 di 1° livello: 42
    Mux locale N.1 di 2° livello: 32 per BA, BT e BR


    POTENZA e Basilicata
    Mux dopo asta: 28 (06 per Matera)
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 30
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 48
    Mux Cairo/La7: 25
    Mux 1 Persidera: 44
    Mux 2 RAI: 24
    Mux locale N.1 di 1° livello: 42
    Mux locale N.2 di 2° livello: 29 per PZ
    Mux locale N.3 di 2° livello: 34 per PZ


    CALABRIA
    Mux dopo asta:
    - Cosenza: 06
    - Catanzaro e Crotone: 07
    - Vibo Valentia: 28
    - Reggio Calabria: 10 (vale anche per ME) e 29 (Sicilia)
    Mux 3 RAI: 26 (+ 27 per RC)
    Mux RAI Regionale: 37
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 38 (+ 41 per RC)
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 48
    Mux Cairo/La7: 25 (+35 per RC)
    Mux 1 Persidera: 44
    Mux 2 RAI: 24
    Mux locale N.1 di 1° livello: 32
    Mux locale N.1 di 2° livello: 42 per CZ
    Mux locale N.2 di 2° livello: 34 per VV
    Mux locale N.3 di 2° livello: 45 per VV


    SICILIA
    Mux dopo asta: 29
    Mux 3 RAI: 27 (+ 26 per ME)
    Mux RAI Regionale: 37
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 41 (+ 38 per ME; 28 solo per TP)
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 48
    Mux Cairo/La7: 35 (+25 per ME)
    Mux 1 Persidera: 44 (31 per TP)
    Mux 2 RAI: 24 (34 per TP, AG, EN, CL)
    Mux locale N.1 di 1° livello: 42
    Mux locale N.1 di 2° livello: 32 per AG, CL, EN, PA, RG e TP
    Mux locale N.2 di 2° livello: 45 per PA
    Mux locale N.3 di 2° livello: 21 per ME
    Mux locale N.4 di 2° livello: 22 per ME


    CAGLIARI e Sardegna
    Mux dopo asta: 31 (CA, CI, Medio Campidano) e 27 (resto Sardegna)
    Mux 3 RAI: 26
    Mux RAI Regionale: 43
    Mux 1 Mediaset: 36
    Mux 2 Mediaset: 29 (CA, CI, Medio Campidano) e 38 (resto Sardegna)
    Mux 3 Mediaset: 40
    Mux DFree: 46
    Mux 2 Persidera: 47
    Mux 3 Persidera: 42
    Mux Cairo/La7: 21 (CA, CI, Medio Campidano) e 33 (resto Sardegna)
    Mux 1 Persidera: 32
    Mux 2 RAI: 24 (CA, CI, Medio Campidano) e 23 (resto Sardegna)
    Mux locale N.1 di 1° livello: 39 (CA, CI, Medio Campidano) e 41 (resto Sardegna)
    Mux locale N.1 di 2° livello: 28 per NU e OG
    Mux locale N.2 di 2° livello: 34 per NU e OG


    -------------------------------------------------------------------

    Frequenze VHF pianificate per DAB


    PIEMONTE
    6A, 6B, 6C, 6D (AT)
    10A, 10B, 10C, 10D (TO, CN, AL)
    12B (TO, CN, AT, AL); 12C (BI, VC, NO, VB)


    VALLE D'AOSTA
    12A


    LOMBARDIA
    9A, 9B, 9C, 9D (SO)
    11A, 11B, 11C, 11D (tutte le province escluse MN e SO)
    12C (tutte le province)


    TRENTINO ALTO ADIGE
    Canali locali TN: 11B, 11C, 12A, 12B
    Canali locali BZ: 10A, 10B, 10C, 10D, 12B


    VENETO
    8A, 8B, 8C, 8D (tutte le province esclusa BL)
    11A, 11B, 11C, 11D (BL)
    12D (tutte le province)


    FRIULI VENEZIA-GIULIA
    Canali locali: 8A, 8B, 8C, 8D, 12A


    LIGURIA
    Canali locali: 10A, 10B, 10C, 10D, 12A


    EMILIA-ROMAGNA
    Canali locali: 12A
    Canali locali per PC: 11A, 11B, 11C, 11D


    TOSCANA
    6A, 6B, 6C, 6D (tutte le province escluse AR, PT)
    11A, 11B, 11C, 11D (PT)
    12B (tutte le province)


    UMBRIA
    10A, 10B, 10C, 10D (TR)
    12C (tutte le province)


    MARCHE
    6A, 6B, 6C, 6D (PU, AN)
    10B (tutte le province)


    LAZIO
    6A, 6B, 6C, 6D (VT, LT)
    10A, 10B, 10C, 10D (RM)
    12A (tutte le province)


    ABRUZZO
    7A, 7B, 7C, 7D (TE)
    12B (tutte le province)


    MOLISE
    Canali locali: 11C


    CAMPANIA
    Canali locali: 12D
    Canali locali per NA e BN: 6A, 6B, 6C, 6D
    Canali locali per CE: 10A, 10B, 10C, 10D


    PUGLIA
    Canali locali: 7A, 7B, 7C, 7D, 12A (tutte le province esclusa FG)
    Canali locali per FG: 11B


    BASILICATA
    Canali locali: 12B
    Canali locali per PZ: 11A, 11B, 11C, 11D


    CALABRIA
    Canali locali: 12C
    Canali locali per KR, CZ, VV: 7A, 7B, 7C, 7D


    SICILIA
    9A, 9B, 9C, 9D (CT, EN)
    10D (RG, SR); 12A (TP); 12B (tutte le province escluse TP, RG, SR)


    SARDEGNA
    6A, 6B, 6C, 6D (NU, OG)
    10A, 10B, 10C, 10D (OR, SS, OT)
    12C (tutte le province escluse CA)


    ----------------------------------------------

    Roadmap liberazione 700 MHz


    Tabella aree di rilascio frequenze UHF 50-53


    1° Gennaio-31 Maggio 2020

    Area Ristretta 1
    - Province di: Imperia, Savona, Genova, La Spezia, Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno, Grosseto, Viterbo, Roma, Latina, Oristano, Sassari



    1° Giugno-31 Dicembre 2020

    Area Ristretta 2
    - Province di: Verbania-Cusio-Ossola, Vercelli, Biella, Novara, Varese, Como, Lecco, Milano, Lodi, Monza-Brianza, Pavia, Cremona, Bergamo, Piacenza;

    Area di copertura degli impianti di Malles Venosta, Plan De Corones, Brennero, Vipiteno Valle Isarco, Valle Isarco, San Candido, Prato alla Drava, Alta Val Venosta, Curon Venosta e Solda



    1° Gennaio-30 Giugno 2021

    Area Ristretta 4
    - Province di: Trapani, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Ragusa, Siracusa, Catania



    1° Settembre-31 Dicembre 2021

    Area Ristretta 3
    - Province di: Trieste, Gorizia, Pordenone, Udine, Venezia, Treviso, Verona, Vicenza, Rovigo, Padova, Mantova, Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Ravenna, Rimini, Ancona, Ascoli-Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro-Urbino, Chieti, Pescara, Teramo, Campobasso, Foggia, Bari, Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Taranto, Lecce, Matera, Cosenza, Crotone, Catanzaro, Reggio-Calabria



    A partire dall'1 Gennaio 2020 (data di inizio del rilascio delle frequenze UHF 50-53 nelle Province di Imperia, Savona, Genova, La Spezia, Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno, Grosseto, Viterbo, Roma, Latina, Oristano, Sassari) gli operatori di rete locali sparsi in tutt'Italia che in questo arco di tempo non hanno ancora la necessità di rilasciare la propria frequenza (vale a dire quelli corrispondenti alle Aree intere o ristrette 2, 3 e 4), possono tuttavia rottamare in anticipo il proprio diritto d'uso ricevendo in cambio un indennizzo.

    Questa situazione è stata ipotizzata in seguito alla fine delle procedure di assegnazione sia degli operatori di rete che dei fornitori di servizi media audiovisivi locali. Un'eventuale diminuzione del numero di frequenze attive sul territorio nazionale potrebbe, infatti, ridurre interferenze durante il periodo transitorio sia in territorio nazionale che estero.


    Gli operatori di rete locali che dovranno disattivare le frequenze UHF 51 e 53 nelle cosiddette "aree ristrette" e secondo il calendario prestabilito possono scegliere di spegnere anche nelle rimanenti aree regionali. In cambio della rottamazione sarà concesso un indennizzo.


    Il decreto 8 agosto 2018 ha previsto anche le modalità di assegnazione temporanea ed individuazione delle frequenze disponibili. In questo caso verrebbero considerate disponibili:

    - le frequenze non assegnate ad alcun operatore;

    - quelle eventualmente rilasciate;

    - quelle previste nel PNAF e assegnate, a seguito della conclusione delle procedure di assegnazione dei diritti d'uso delle frequenze ad operatori di rete nazionali, al medesimo operatore di rete nazionale destinatario dell’assegnazione transitoria o ad un nuovo soggetto ad esso riconducibile.


    1. Il decreto 8 agosto 2018 ha previsto lo spegnimento delle frequenze UHF 50-53, del mux Rai 1 e di tutti i mux locali tra l'1 gennaio 2020 ed il 31 dicembre 2021. La disattivazione delle altre frequenze è prevista tra l'1 settembre 2021 e giugno 2022, in 3 fasi di 3/4 mesi ciascuna che riguardano rispettivamente l’area tirrenica e meridionale, quella settentrionale e quella adriatica. In quest'ultima area è previsto lo spegnimento di tutti i soggetti interessati nello stesso arco di tempo.

    2. Nonostante la disattivazione anticipata delle frequenze UHF 50-53 ed il mantenimento della scadenza fissata al 30 Giugno 2022 come termine delle varie operazioni, non è più prevista una tempistica specifica ed anticipata dello spegnimento di alcune frequenze, perciò si rende necessario ipotizzare un calendario di rilascio sostanzialmente omogeneo da un punto di vista temporale tra i vari soggetti.

    3. L'obiettivo principale delle scadenze e delle varie operazioni di spegnimento ed accensione delle varie frequenze e della formazione delle aree geografiche è quello di ridurre il più possibile le interferenze e le difficoltà per l’utenza.

    4. È in fase di riflessione la modalità della transizione. Infatti, il rilascio e la contemporanea attivazione delle nuove frequenze, basandosi solamente sul sistema delle aree geografiche con scadenze temporali successive, potrebbe causare in alcuni casi interferenze e problemi per gli utenti in più aree del Paese.
    Un esempio è il mux n.8 (il futuro mux Rai 1) pianificato nel PNAF e formato da frequenze attualmente utilizzate, in base alle regioni, da operatori di rete locali, dal concessionario di servizio pubblico per altra rete (mux Rai 2) e da un altro operatore nazionale (mux La3).


    Il principio delle aree geografiche da scomporre e ricomporre per macroaree, in presenza di reti nazionali trasmesse in modalità SFN, non eviterebbe interferenze critiche in alcune aree vicine.

    Una soluzione parziale potrebbe essere quella di considerare le aree geografiche in base all'assetto delle frequenze (ad esempio l'Umbria, che fa parte dell'area adriatica), ma il problema delle interferenze non sarebbe comunque completamente risolto, a meno che non viene deciso di eseguire la transizione in aree geografiche molto ampie in un ridotto arco temporale. Lo stesso problema si presenta anche in caso di operatori nazionali, che attualmente trasmettono in k-SFN, da ricomporre in differenti mux nazionali e locali secondo il PNAF.


    5. Un'altra soluzione possibile potrebbe essere quella di usare un sistema di transizione non solo per aree geografiche ma, in caso di bisogno, anche per reti, utilizzando la codifica DVB-T/MPEG-4 e la contemporanea accensione di nuovi mux compatibili con il PNAF ed attinenti alle nuove assegnazioni.

    Per gli altri operatori (locali e nazionali interessati da modifiche solo in territorio locale) la transizione avverrebbe, invece, basandosi sul concetto delle aree geografiche. Per facilitare la conversione delle reti, il rilascio da parte degli operatori di rete nazionali con frequenze in banda 700 MHz potrebbe avvenire nell’ultima fase temporale sull’intero territorio nazionale. Un possibile calendario delle varie operazioni in base al PNAF potrebbe essere questo:


    Tabella del calendario di rilascio dei mux locali, mux Rai 1, mux nazionali in territorio locale


    1° Settembre-31 Dicembre 2021

    Area 3
    - Veneto*, provincia di Mantova, Friuli Venezia-Giulia, Emilia Romagna* (tranne la provincia di Piacenza), Marche, Umbria*, Abruzzo*, Molise*, Puglia, Basilicata



    1° Gennaio-31 Marzo 2022

    Area 2
    - Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia (tranne la provincia di Mantova), provincia di Piacenza, province di Trento e Bolzano;

    Area 4 – Sicilia, Calabria



    1° Aprile-20 giugno 2022

    Area 1
    - Liguria, Toscana, Lazio, Campania*, Sardegna;


    * In Veneto, Emilia-Romagna, Umbria, Abruzzo, Molise e Campania spegnimento del mux Rai 1 previsto nel periodo 1 Gennaio-31 Marzo 2022


    Calendario di rilascio in casi particolari:

    - rilascio nel periodo 1 Settembre-31 Dicembre 2021 dei mux UHF 30 (Rai 2) e UHF 42/33/54 (Rete A2) in tutto il territorio nazionale;

    - rilascio nel periodo 1 Gennaio-31 Marzo 2022 del mux UHF 37 (La3) a livello nazionale;

    - rilascio nel periodo 1 Aprile-20 Giugno 2022 delle frequenze di operatori nazionali in banda 700 MHz e in banda VHF diversi dal mux Rai 1 e di tutte le reti nazionali;

    - passaggio al DVB-T2 per tutti i mux nazionali e locali nel periodo 21-30 Giugno 2022



    Nell'ipotesi sopra descritta, il rilascio nel 1° arco di tempo in territorio nazionale del mux trasmesso sulla frequenza UHF 30 (Rai 2) serve per permettere l'attivazione per aree geografiche del nuovo mux contenente l’informazione regionale del concessionario pubblico (Rai 1). Stessa situazione si profila per l'operatore di rete nazionale della frequenza UHF 37 (La3), la cui data di rilascio è collegata all'accensione del nuovo mux nelle regioni in cui questa frequenza è stata pianificata dal PNAF.

    Per evitare disagi agli utenti, lo spegnimento delle attuali frequenze e la contemporanea attivazione di quelle nuove da parte del mux Rai 1, in alcune Regioni come Veneto, Emilia Romagna, Umbria, Abruzzo, Molise e Campania combacerebbe con la stessa fase temporale delle Aree 2 e 4.

    Il rilascio delle frequenze da parte degli operatori nazionali diversi dal mux Rai 1 che trasmettono nella banda dei 700 MHz e in banda VHF può avvenire a livello nazionale anche nell’ultima fase prevista per la transizione, in quanto non sarebbe necessario attivare nuovi mux
    , ma anzi quest'occasione potrebbe essere utile per favorire le operazioni di conversione delle reti nel periodo transitorio.


    6. Un ulteriore calendario ipotizzabile potrebbe essere formato con una diversa composizione delle aree geografiche e un differente ordine temporale di rilascio delle frequenze, in modo da ridurre i casi di spegnimento di un'intera rete nazionale in una sola fase, come nell’ipotesi precedente, semplificando dunque le operazioni tecniche e dando più garanzie durante la fase transitoria. Tutto ciò allo scopo di evitare il più possibile i disagi per gli utenti ed assicurare la continuità d'impresa. Potrebbe ritenersi utile far spegnere contemporaneamente nelle aree ristrette di Friuli Venezia-Giulia, Veneto ed Emilia-Romagna sia le frequenze UHF 50-53 che tutti gli altri mux.

    In questo caso ci sarebbe una riduzione delle interferenze interne interne collegate alla formazione del mux n.8 del PNAF (Rai 1) e contemporaneamente il mux La3 può rilasciare la propria frequenza per aree geografiche, trasmettendo così a regime area per area, senza dover spegnere il proprio segnale in un unico periodo in tutto il territorio nazionale. A tal proposito il calendario potrebbe essere il seguente:

    Calendario di rilascio dei mux locali e di quelli nazionali (con le eccezioni di cui ai punti sotto evidenziati)


    1° Settembre-31 Dicembre 2021

    Area 2
    - Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia tranne la provincia di Mantova, provincia di Piacenza, provincia di Trento, provincia di Bolzano;

    Area 3 - Veneto, provincia di Mantova, Friuli Venezia-Giulia, Emilia Romagna tranne la provincia di Piacenza



    1° Gennaio-31 Marzo 2022

    Area 1
    - Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Sardegna


    1° Aprile-20 Giugno 2022

    Area 4
    - Marche, Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise


    Calendario di rilascio di casi particolari:


    spegnimento mux UHF 30 (Rai 2) a livello nazionale nel periodo 1 Settembre-31 Dicembre 2021;

    rilascio mux UHF 37 (La3) e mux Rai 1 tra l'1 Settembre e il 31 Dicembre 2021 anche nelle Marche;

    rilascio nel periodo 1 Aprile-20 Giugno 2022 delle frequenze di operatori nazionali diversi dal mux Rai 1 in banda 700 MHz e in banda VHF e di tutte le reti nazionali;

    passaggio al DVB-T2 per tutti i mux nazionali e locali nel periodo 21-30 Giugno 2022



    Anche in questo caso il rilascio nel 1° arco di tempo in territorio nazionale del mux trasmesso sulla frequenza UHF 30 (Rai 2) serve per permettere l'attivazione per aree geografiche del nuovo mux contenente l’informazione regionale del concessionario pubblico (Rai 1).

    Tuttavia, a differenza di quanto previsto nella precedente ipotesi, la diversa composizione delle aree geografiche e il differente ordine temporale delle fasi di rilascio comporterebbe lo spegnimento anticipato del mux della frequenza UHF 37 (La3) solo nelle Marche, in contemporanea con le operazioni da effettuare nelle Aree 2 e 3 durante la 1' fase temporale (1 settembre-31 dicembre 2021), comprese quelle del mux Rai 1. In questa situazione vengono tutelati gli utenti e facilitate le operazioni tecniche, garantendo così una transizione positiva. Prendendo in considerazione anche questo calendario il rilascio delle frequenze da parte degli operatori nazionali diversi dal mux Rai 1 che trasmettono nella banda dei 700 MHz e in banda VHF può avvenire a livello nazionale anche nell’ultima fase prevista per la transizione, in quanto non sarebbe necessario attivare nuovi mux, ma anzi quest'occasione potrebbe essere utile per favorire le operazioni di conversione delle reti nel periodo transitorio.

    I calendari potrebbero essere parzialmente modificati a seguito delle assegnazioni definitive dei mux nazionali del PNAF.
    Ultima modifica di milazzo in dtt; 25-04-19 alle 16:23



  3. #3
    Digital-Forum Senior Master
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    1,145

    Predefinito

    Si infatti qualche frequenza che varia c e nelle diverse aree mentre la Sicilia da quello che ho capito avra solo11 frequenze interamente utilizzabili e le altre usufruibili solo in determinate province



  4. #4
    Digital-Forum Silver Master
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Trieste
    Messaggi
    2,602

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da milazzo in dtt Visualizza Messaggio
    È ancora troppo presto per saperlo, innanzitutto bisogna trovare lo spazio per i mux nazionali che rimarranno.

    Comunque ho visto che i paesi balcanici con i nuovi accordi non avranno più il 46, mentre manterranno il 33 che sarebbe dovuto tornare a Rete A2
    Considerando quello che trasmette il Rete A2 lo si può già rottamare...Peccato,perchè all'inizio c'erano canali validi su quel Mux...



  5. #5
    Digital-Forum Silver Master
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,960

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da 80revival Visualizza Messaggio
    Considerando quello che trasmette il Rete A2 lo si può già rottamare...Peccato,perchè all'inizio c'erano canali validi su quel Mux...
    Gli unici canali che si salvano per me sono Top Calcio 24 e Fight Network (nella fascia oraria senza televendite)
    Ultima modifica di milazzo in dtt; 13-02-18 alle 21:53



  6. #6
    Digital-Forum Silver Master
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,960

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bobo
    Quante e quali frequenze sarebbero disponibili per le locali in Romagna?
    È ancora troppo presto per saperlo, innanzitutto bisogna trovare lo spazio per i mux nazionali che rimarranno.

    Comunque ho visto che i paesi balcanici con i nuovi accordi non avranno più il 46, mentre manterranno il 33 che sarebbe dovuto tornare a Rete A2
    Ultima modifica di milazzo in dtt; 17-02-19 alle 21:07



  7. #7
    Digital-Forum Silver Master
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,960

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da godai75 Visualizza Messaggio
    Si infatti qualche frequenza che varia c e nelle diverse aree mentre la Sicilia da quello che ho capito avra solo11 frequenze interamente utilizzabili e le altre usufruibili solo in determinate province
    Per la Sicilia ci sono tanti punti oscuri inspiegabili come:

    l'esclusione totale in tutta la regione di quelle frequenze (come il 21 ad esempio) che passeranno in mano a Malta, quando nelle province di Palermo e Messina nessun ripetitore sconfina fino a lì e lo si sa benissimo

    ostinazione dei burocrati che da Catania e provincia possono arrivare interferenze verso i maltesi (forse solo dalle pendici dell'Etna )

    lo strano utilizzo di 24, 34, 41 e 44

    le cose lasciate a metà con 28 e 31 quando avrebbero potuto estendere lo stesso procedimento per 38, 43, 45



    ...E ancora mancano Tunisia e Libia



  8. #8
    Digital-Forum Senior Plus
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Tuscania (VT)
    Messaggi
    458

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da milazzo in dtt Visualizza Messaggio
    Sintesi degli accordi

    2) Francia: 21, 22, 24, 25, 28, 29, 31, 34, 37, 39, 44, 45, 48

    Principato di Monaco: 23, 27, 30, 35, 41

    Città del Vaticano: 21, 28, 35 e 45

    Italia: 23, 26, 27, 30, 32, 33, 36, 38, 40, 41, 42, 43, 46, 47
    Quindi per la regione Toscana saranno utilizzabili quelle 14 frequenze (23, 26, 27, 30, 32, 33, 36, 38, 40, 41, 42, 43, 46, 47), giusto?
    impianto principale - M. ARGENTARIO & M. AMIATA: 22-26-27-28-30-31-32-33-35-36-37-38-39-40-41-42-46-47-48-49-50-51-52-55-56-59

    impianto secondario - POGGIO NIBBIO: 21-22-25-32-33-39-42-43-44-45-47-48-55



  9. #9
    Digital-Forum Silver Master
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,960

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da thebestever Visualizza Messaggio
    Quindi per la regione Toscana saranno utilizzabili quelle 14 frequenze (23, 26, 27, 30, 32, 33, 36, 38, 40, 41, 42, 43, 46, 47), giusto?
    Esatto in base ai nuovi accordi



  10. #10
    Digital-Forum Gold Master L'avatar di BillyClay
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    13,061

    Predefinito

    Manca il vhf.... dappertutto....







Pagina 1 di 96 1231151 ... UltimaUltima




Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato