Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Cartelli a schermo localizzati in italiano nei film


  1. #1
    Digital-Forum Junior
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Messaggi
    35

    Predefinito Cartelli a schermo localizzati in italiano nei film

    Allora.... non sapevo dove postare quindi ho usato questa sezione. Diciamo che è una semplice curiosità a cui non ho trovato risposta.

    Ho notato che in alcuni film vengono fatti dei piccoli accorgimenti niente male sui cartelli. Penso al recente cartone di spiderman in computer grafica o altri cartoni o anche in alcuni film e serie tv. In pratica vengono tradotti in italiano e altre lingue usando "effetti speciali" sui film con attori in carne ed ossa e presumo rifacendo il rendering della scena in caso dei cartoni in CG.
    Arrivo al punto: come mai nelle versioni su disco dei film le scritte non vengono quasi mai mantenute e lasciano solo la traccia inglese? Sul bluray di Frozen ad esempio hanno messo delle brevi tracce extra per una cavolo di insegna, in base alla lingua impostata per il film si vedono le scritte in italiano.
    Ho visto che su Sky i film sembrano sempre rispettare quello che vedo al cinema con i cartelli in italiano ecc Qindi perché poi nelle versioni retail o anche in streaming(lo stesso spiderman citato prima) ci sono le scritte in inglese?
    Possibile che sia solo un problema di costi?



  2. #2
    L'avatar di Papu
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Località
    Langhe CN Piedmont
    Messaggi
    56,840

    Predefinito

    Ci sono diversi film, e su Sky li ho sempre visti così, che oltre alle insegne, ecc... doppiano anche le eventuali chat, siti internet, persino le tv all-news, ecc... tali e quali all'originale in inglese. Una cosa fatta bene, reale, che non sembra a un doppiaggio ma come se fosse così in origine. E lo fanno con le lingue principali oltre al'italiano anche francese, tedesco, spagnolo...
    Parabola 95 (100x90) mot. Powertech DG380 75°E << 45°W
    ... definitivamente parcheggiata a 13°Eper colpa di Sky Q
    Mio impianto, dispositivi e abbonamenti



  3. #3
    Digital-Forum Junior
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Messaggi
    35

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Papu Visualizza Messaggio
    Ci sono diversi film, e su Sky li ho sempre visti così, che oltre alle insegne, ecc... doppiano anche le eventuali chat, siti internet, persino le tv all-news, ecc... tali e quali all'originale in inglese. Una cosa fatta bene, reale, che non sembra a un doppiaggio ma come se fosse così in origine. E lo fanno con le lingue principali oltre al'italiano anche francese, tedesco, spagnolo...
    Si che sarebbe come li vedi al cinema(per i film) mentre le serie TV sinceramente non so che lavoraccio ci sia dietro. Mi viene in mente Jane the virgin. Si rai2 tutto tradotto e pure con lo stesso stile, poi su Netflix tutto in inglese. Quello che non capisco è perché non li ripropongono. Hanno fatto un lavoraccio certosino e poi va perso.



  4. #4
    Digital-Forum Senior
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    392

    Predefinito

    Ci sono due modi per aggiungere i sottotitoli a un video, volgarmente detti hardsub e softsub:
    nell'hardsub il video viene modificato aggiungendogli il testo, mentre nel softsub si affianca alla traccia video una traccia di sottotitoli, scritta in uno dei linguaggi disponibili e che quindi il player finale dovrà interpretare.
    Il vantaggio principale dell'hardsub è la possibilità di aggiungere qualunque tipo di effetto al testo (colori, rotazioni e deformazioni varie, animazioni, ect...) senza aumentare lo sforzo del lettore, mentre lo svantaggio è ovviamente quello di dover avere una traccia video per ogni lingua.
    Col softsub, al contrario, qualunque scritta di localizzazione diventa un comando (o più spesso una serie di comandi) che il player deve eseguire.
    Più il player ha potenza di calcolo meno ce ne accorgiamo; inoltre, essendo questo semplicemente un testo, occupa pochissimo spazio.
    Il problema enorme del softsub è proprio questo: serve un linguaggio che fornisca i comandi per ottenere gli effetti voluti e un player che lo sappia interpretare e con sufficiente potenza di calcolo per renderizzarli.
    Purtroppo ad oggi non c'è un vero e proprio standard completo e i linguaggi usati per DVD e BD sono abbastanza limitati negli effetti disponibili.

    Nel caso dello streaming online, spesso la piattaforma ha un proprio linguaggio che è incompatibile con gli altri lettori (tanto ogni piattaforma fornisce anche il player) ma a volte capita che fornisca un video diverso in hardsub per ogni lingua di sottotitoli.
    Al cinema invece non posso scegliere, quindi vedo la traccia video che il cinema ha ricevuto (magari un hardsub con i testi integrati perfettamente o un softsub in linguaggio proprietario).
    Quando infine viene pubblicato su disco, c'è spazio per una sola traccia video.
    In questo caso si usa solitamente il video originale e gli si affianca una traccia sottotitoli per ogni lingua.
    Ma come scrivevo prima, i linguaggi di DVD e BD sono molto limitati negli effetti e quindi non si possono riprodurre i testi con lo stesso stile dell'originale.



  5. #5
    Digital-Forum Junior
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Messaggi
    35

    Predefinito

    Questo non c'entra nulla con quello che ho scritto io. Le scritte in italiano sul film come Coco non sono sottotitoli.... ma rendering completo della scena rifatta.
    Tipo una cosa del genere
    https://youtu.be/WYrHmkf6Mk8



  6. #6
    Digital-Forum Senior
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    392

    Predefinito

    Il linguaggio ASS, per dirne uno, permette di realizzare cartelli di quel tipo (e anche effetti più complessi) con una serie di comandi.
    Quindi sì, sono sottotitoli a tutti gli effetti.
    Ma, per esempio, youtube non supporta il linguaggio ASS perciò per pubblicarlo lì, il sottotitolo va "impresso" sul video (operazione che modifica il video in modo irreversibile).
    A questo link, trovi il manuale di un vecchio software free molto usato per creare sottotitoli nel formato ASS.
    Purtroppo, per il formato ASS ci sono librerie di renderizzazione diverse e quindi lo stesso sottotitolo può apparire diverso in base a quella che usi.



  7. #7
    Digital-Forum Junior
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Messaggi
    35

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ataru1976 Visualizza Messaggio
    Il linguaggio ASS, per dirne uno, permette di realizzare cartelli di quel tipo (e anche effetti più complessi) con una serie di comandi.
    Quindi sì, sono sottotitoli a tutti gli effetti.
    Ma, per esempio, youtube non supporta il linguaggio ASS perciò per pubblicarlo lì, il sottotitolo va "impresso" sul video (operazione che modifica il video in modo irreversibile).
    A questo link, trovi il manuale di un vecchio software free molto usato per creare sottotitoli nel formato ASS.
    Purtroppo, per il formato ASS ci sono librerie di renderizzazione diverse e quindi lo stesso sottotitolo può apparire diverso in base a quella che usi.
    Si mi Sono dilettato con Aegisub e so come funziona. Per le scritte a schermo tipo telefilm ecc certo ma dubito che su un Pixar o Disney in computer grafica usino un "trucchetto" del genere. Secondo me rifanno il rendering della scena.

    Comunque il punto è... Perché una volta fatto tutto sto lavoro poi sul retail o sullo streaming non mi metti la traccia localizzata...



  8. #8
    Digital-Forum Senior
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    392

    Predefinito

    Beh, non è esattamente un trucchetto, è una traccia di sottotitoli che occupa poco spazio.
    Come ho scritto sopra, nei dvd e nei BD il linguaggio non permette quegli effetti e non c'è lo spazio fisico per più di una traccia video quindi si usa normalmente quella internazionale.
    Nello streaming dipende dal lettore della piattaforma e dallo spazio che hai a disposizione sui server.
    Ti faccio alcuni esempi:
    Vvvvid mette normalmente una traccia video per ogni localizzazione, ma usa le versioni home video e quindi niente effetti speciali sui cartelli e stesse limitazioni di dvd e BD (e comunque è una piattaforma italiana perciò mette massimo due tracce).
    Cruchyroll, a seconda del prodotto, localizza anche in una dozzina di lingue quindi non può mettere un video per ognuna, però il loro lettore sta pian piano introducendo i tag ass e questo permette effetti sempre più sofisticati (siamo ancora lontani dal supporto completo purtroppo).









Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato