• Non sono ammesse registrazioni con indirizzi email temporanei usa e getta

Presentiamo qui i nostri impianti...

Eccomi giampiero ^_^.
Allora assorbe 120mA... paletta non male..... ti serve allora l' alimentatore da 150 mA in su.....
Per le prese...... se usi le originali bticino....... non sono l' asso di briscola.
Sono o dirette o con condensatore di isolamento. Le uniche sensate sono le passanti, ma queste perdono 10 dB.
Se non ne trovi di quelle compatibili, ma fatte da aziende TV, allora opta per le dirette collegate.... (in caso che poi ti venga coglia del satellite), e in caso di mal-funzionamento se ve ne sono di aperte le chiudiamo con tappi 9,5 femmina a 75 ohm.
A presto :)
 
Non ti è possibile realizzare una rete a stella?
A questo punto per il centro stella usi un partitore da almeno -10db di attenuazione e per le prese metti quelle diritte senza attenuazione.
Le distanze in gioco sono minime, così facendo ottieni un impianto con le varie prese ben disaccoppiate e livelli di segnali simili.
Se non ti è possibile realizzare l'impianto a stella per problemi di passaggio cavi, fai l'impianto in serie con le prese induttive della B Ticino, per intenderci quelle che, vado a memoria, attenuano 25 db in BI, 15 in BIII e 10 in UHF. Dato che le prese sono 4 e l'attenuazione di passaggio è di 1 db ti ritrovi con una differenza di 4 db tra la prima alla quale devi aggiungere l'attenuazione della tratta in cavo che sarà più elevata per la presa più lontana; anche in questo caso la situazione rimane più che accettabile, a meno che tra la prima e l'ultima presa ci sia talmente tanto cavo da sballare tutto.
 
Ultima modifica:
l' impianto ormai è quello, ho seguito i suggerimenti di dalby e ho messo al punto A un derivatore a 2 uscite con attenuazione 10 dB, e al punto B un partitore a 2 uscite. ora vorrei sapere che tipo di prese terminali devo mettere... dirette oppure no??
 
giampiero86 ha scritto:
l' impianto ormai è quello, ho seguito i suggerimenti di dalby e ho messo al punto A un derivatore a 2 uscite con attenuazione 10 dB, e al punto B un partitore a 2 uscite. ora vorrei sapere che tipo di prese terminali devo mettere... dirette oppure no??

secondo il mio modesto parere, se sei sicuro che ad ogni presa ci sara' collegato un tv/decoder fisso, puoi anche mettere prese semplici o spinotto volante o al max quelle inutilizzate le tappi con carico da 75. se vuoi fare il lavoro perfetto devi mettere le prese terminate
 
Realizzazione centrale "full COFDM"

Ed ecco l'embrione di uno dei nuovi impianti che si realizzano oggi negli hotel.
E' solo un test di collaudo delle apparecchiature, già completamente operative, ma da cablare definitivamente.

Si tratta di una centralina Avant HD, (in alto) mentre sotto, da sinistra, si notano l'alimentatore con i 4 moduli di conversione COFDM/COFDM completi di cam e smart card (Mediaset Premium) per distribuire a tutti i tv dell'albergo, 16 canali pay tv, poi si vede un altro alimentatore ed altri 4 moduli, questa volta QPSK/COFDM, usati per distribuire, riconvertiti in "DTT", 4canali francesi, da Atlantic Bird e 12 canali tedeschi da Astra 19° Est.


aurora%20centr.jpg
 
Ciao,

hai letto bene! ;)
Il fatto è che ogni smart card MDS premium è in grado di mettere in chiaro fino a 4 canali contemporaneamente, quindi per vedere tutto, servono 2 moduli sul 50 ed altri due sul 52...
 
Mio Impianto

Ciao a tutti, eccovi il mio impianto di casa con cui riesco a sintonizzare circa 258 canali ( abito a Cesena e quindi sono all digital ) .
Il mio impianto e cosi composto:
N 2 antenne emmeesse 4 banda
N 1 antenna Fraccaro sigma 6 HD 4-5 banda
N 1 centralina Fraccaro CIG 8008 (che tante soddisfazioni mi ha dato e mi da)
Con questo impianto servo due appartamenti con 4 prese tv al 1 piano e 6 al secondo.
Il tutto senza strumenti non me lo posso permettere, solo slendo e scendendo la scaletta della soffitta . Niente VHF da me non serve solo 2 mux di televendite.
Allego foto, scusate la qualita non eccelsa ma fatte con il telefono in una giornata nuvolosa.
 
wgator ha scritto:
Il fatto è che ogni smart card MDS premium è in grado di mettere in chiaro fino a 4 canali contemporaneamente....
Ciao !.. in questo caso sono costretto a fare una domanda.
E' questione della SmartCard e CAM che apre solo 4 servizi oppure è una limitazione del modulo 5634 ?. Il 5633 (DBV-S2 COFDM) ad esempio a detta del fornitore, consente 5 servizi contemporaneamente, ovviamente con CAM e CARD adeguati. Capite che prima di fare promesse al cliente forse è meglio saperlo in tempo !!!.;)
 
ispide ha scritto:
Ciao !.. in questo caso sono costretto a fare una domanda.
E' questione della SmartCard e CAM che apre solo 4 servizi oppure è una limitazione del modulo 5634 ?. Il 5633 (DBV-S2 COFDM) ad esempio a detta del fornitore, consente 5 servizi contemporaneamente, ovviamente con CAM e CARD adeguati. Capite che prima di fare promesse al cliente forse è meglio saperlo in tempo !!!.;)

Ciao,

il discorso dei 4 servizi per modulo, è un'imposizione di Mediaset Premium; loro per dare l'ok all'impianto, esigono che ogni card (quindi ogni modulo) sia utilizzato per un massimo di 4 servizi.
In questi giorni sto conducendo un test approfondito di confronto tra i moduli Televes ed i corrispondenti Mitan, al termine potrò postare tutti i risultati.

Per quanto riguarda QPSK (8PSK)/COFDM il discorso è un po' diverso. Non è possibile mai ed in nessun caso garantire un numero di canali certo in conversione, indipendentemente da cam e smart card (insomma, vale anche per i canali in chiaro)
Convertire da satellite a DTT infatti, causa caratteristiche diverse della modulazione (il canale DTT è largo solo 8 MHz) il tutto dipende dal bit rate dei canali. Forse e dico forse, è possibile convertirne anche 5, basta che il bit rate originale non sia troppo elevato e a patto di utilizzare, nella rimodulazione COFDM, un intervallo di guardia pari ad 1/32 ed un FEC di 7/8

Per farci stare più canali, a quanto pare, occorre utilizzare il prodotto Mitan, che ha una filosofia un po' differente: è composto da 2 parti distinte, QPSK (8PSK) -> ASI / ASI -> COFDM. In questo modo è anche possibile "rimaneggiare" il bit rate dei canali originali, riducendolo per far stare, nel MUX DTT più canali.

Come ripeto però, potrò essere più preciso alla conclusione dei test
 
Bha !! non ci avevo fatto caso sulle caratteristiche del modulo. Infatti a 64 QAM e con 7/8 siamo proprio messi male... quindi meglio 4 che 5. ;)

wgator ha scritto:
In questi giorni sto conducendo un test approfondito di confronto tra i moduli Televes ed i corrispondenti Mitan, al termine potrò postare tutti i risultati.
Se hai questa opportunità ... sarà molto interessante !!.
 
Ecco i primi test sui nuovi prodotti di Mitan. Si tratta di una bella centrale, compatta e robusta con un discreto software di programmazione. Dalle prime prove, sembrerebbe un ottimo prodotto. Dalla foto si possono notare, da sinistra:

- Modulo di alimentazione con interfaccia USB per la programmazione
- Modulo convertitore QPSK - ASI common interface con CAM e card "Tivùsat"
- Modulo ASI - COFDM
- Modulo FTA QPSK - COFDM

Prodotti di questo genere, sono usati negli impianti comunitari (Hotel, grandi condomini, ecc.) per la distribuzione di canali satellitari "reimpacchettati" in DTT, in maniera di essere ricevuti direttamente, senza perdita di qualità, dai normali televisori di ultima generazione. E' possibile anche assegnare ai canali uno specifico LCN, a scelta.

mitan1.jpg
 
ciao wgator, ;) ottima la foto
ti volevo chiedere quanti canali (Mux) riesci ad estrapolare in questa modalita'
grazie.
 
Qui si può vedere una videata riassuntiva dei parametri di programmazione.
A sinistra nella tabella, sono mostrati i canali del mux QPSK, al centro, la selezione dei canali di quel mux, che saranno rimodulati in COFDM.
Sulla destra, invece, i parametri di modulazione secondo lo standard DTT:

- Canale 21
- Livello di uscita (in questo caso 80 dBuV)
- Frequenza, larghezza canale, numero portanti, tipo di modulazione...

E' importante notare che, per il massimo sfruttamento del canale televisivo (8 MHz) e per disporre di tutti e 31,67 Mbit/sec di cui dispone, si è scelto di utilizzare la modulazione 64QAM, un FEC di 7/8 ed un intervallo di guardia pari ad 1/32.
In questo caso, occupiamo solo il 71,32% della capacità disponibile (22.586 Mbit/sec) e sarebbe ancora possibile aggiungere qualche servizio.
Comunque, meglio lasciare un 10 - 15% di capacità inutilizzata, così se qualche canale aumenta un po' il suo bitrate (in genere i broadcasters usano compressione dinamica) non mandiamo in "overhead" il modulatore (nel caso squadretterebbe di brutto)

Ricordo che, usando FEC e IG più protettivi (es. FEC 2/3 e IG 1/4) si ridurrebbe drasticamente il bitrate disponibile.


mitansw.jpg
 
oscilloscopio ha scritto:
ti volevo chiedere quanti canali (Mux) riesci ad estrapolare in questa modalita'
grazie

Naturalmente non c'è un numero preciso, dipende dal bitrate in trasmissione. Con i trasponder satellitari RAI, si riescono a rimodulare in COFDM quasi tutti, comunque, almeno 4 canali televisivi, ci stanno sempre... spesso 5, a volte anche 6
L'importante è usare FEC 7/8 e IG 1/32, tanto la protezione, via cavo, non serve...
 
@Wagator
Ciao !
Per me quello che fai è sempre molto interessante !!. Però scusa un attimo e giusto per capire ... il modulo 142 non ti permette anche i servizi l’FTA ?.
 
Ciao,

sì, si può scegliere, tramite menu se far transitare i segnali nel il modulo cam oppure se inviarli direttamente in uscita. Il modulo RKM142 permette sia i servizi in chiaro, sia quelli pay tv
 
Confrontando questo prodotto Mitan con l'analogo Televes, noto che con questo, generando multiplexer DTT adiacenti (es. 21, 22, 23, 24...) non si rileva alcuna differenza sul Ch BER, che resta su 0 e - 8. Insomma, nessuna interferenza tra canali adiacenti

Con il prodotto Televes invece, convertendo su adiacenti, noto un certo deterioramento del bit error rate... non esagerato, ma perfettamente misurabile...

Altro punto a favore Mitan! ;)
Anche il software di gestione - programmazione della centrale Mitan, mi piace di più, ma questo è soggettivo.

Ah, a proposito: i moduli di accesso condizionato (CAM) di questi dispositivi, sono marcati come "CAM PRO"... costano un tot! Inutile tentare "furbate" come ad es. inserire CAM standard. Non funzionano, già provato! :lol:
 
Ecco... un particolare che, forse potrebbe essere utile a qualche installatore: i moduli CAM devono necessariamente essere quelli classificati "CAM PRO" ma le smart card, anche se TivùSat dice di utilizzare obbligatoriamente quelle "speciali" (sono di colore blu scuro)... ho visto che funzionano perfettamente anche quelle normali, di colore azzurro chiaro e bianco.
Sono quelle che vengono fornite con i decoder domestici...
 
Indietro
Alto Basso