• Non sono ammesse registrazioni con indirizzi email temporanei usa e getta

Sarà la batteria o il motorino?

gio_46

Digital-Forum New User
Registrato
16 Ottobre 2009
Messaggi
4
Save a tutti, vorrei porre questo quesito: l'altro giorno l'auto di mia moglie lasciata al parcheggio non voleva ripartire... mi ha chiamato e con i cavi ce l'ho fatta a riaccenderla ed adesso a distanza di una settimana la batteria va che è una meraviglia. la cosa non mi convince: lei assicura di non aver lasciato luci accese (che sarebbe l'ipotesi più plausibile), per cui come è possibile che a batteria abbia fatto quel verso. Mi vien il dubbio perciò che ci sia stato qualcosa al motorino (vedi un falso contatto) e l'elettromagnete non attaccasse bene.
Difatti, arrivato sul posto, quando provai a girare il quadro si sentiva il motorino
"trillare", che non si innestava sul volano; perché altrimenti se si fosse innestato,
si sarebbe dovuto sentire i classico rumore del motore dell'auto che stenta a girare.
Però c'è da dire questo: visto che con i cavi il motore è ripartito, significa che dipendeva dalla batteria e non da motorino... allora mi chiedo: è possibile che la batteria sia stata cosi giù da non far azionare neanche l'elettrocalamita?

Altri mi hanno detto che se l'elettromagnete non ha forza, non riesce a spingere a sufficienza da far innestare i denti del motorino con quelli del volano... Può essere? Mi è stato anche detto che qualora io avessi mosso un po l'auto (in quinta) e i denti ce l'avessero fatta ad ingranare poi l'auto sarebbe partita. E' possibile questo? Difatti mi chiedo come faccia i motorino a far girare i motore se non c'era corrente neanche per far attaccare bene l'elettromagnete?

Oppure non era neanche un fatto di batteria ma di un falso contatto sul magnete.. però allora perché con i cavi è ripartita?

Comunque adesso la macchina va bene, ma finché non ho scoperto la causa del difetto non mi sento tranquillo... perché prima o poi la macchina si può rifermare di nuovo.

Mi chiedo, però, un elettrauto cosa farebbe? Non credo che si metta a fare indagini tanto approfondite: sicuramente direbbe di cambiare la batteria e finirebbe li... Ma se invece fosse un falco contatto sul magnete che viene fuori, però, solo quando la batteria è giù.
Mi viene quasi voglia di tenere un po le luci accese per far scaricare un po la batteria, e poi riprovare per cercare di capire quando è il momento che l'elettromagnete non attacca più.

Perché devo anche confessare che il "trillio" sul motorino, al momento di girare la chiave, è anomalo... difatti di solito quello che succede è diverso: si gira la chiave e si sente che il motore inizierebbe a girare ma che la batteria non ha forza... mentre qui manca l'innesto sul volano. Per cui potrebbe anche essere
l'avvolgimento del magnete, oppure i regolatore di minima? Questo regolatore
di minima non mi ricordo neanche bene come funziona, è passato tanto
tempo da quando si faceva scuola guida... Ma potrebbe essere?

Giovanni
 
Ciao,
sarebbe stato meglio che ci avessi fatto caso al momento, perchè in caso di batteria bassa ti saresti accorto dell'abbassamento delle spie del cruscotto.
Nel caso fosse un problema al motorino presto o tardi si ripresenterà, comunque la differenza si nota il motore non gira e si sente il motorino che gira a vuoto, a me è capitato l'anno scorso, il difetto si presentava di rado all'inizio, poi è diventato più frequente fino a presentarsi ad ogni accensione, per fortuna l'auto era in garanzia e l'ho fatto sostituire.
Tua moglie la conosci bene tu, può darsi che per non farsi rimproverare non ti ha detto di aver lasciate le luci accese.
 
La batteria avrà circa 3/4 anni... Comunque, per il discorso delle luci, se si fosse accorta di averle lasciate accese me l'avrebbe detto. E poi, caso mai, si tratterebbe al massimo delle luci di cortesia... (e non credo che in un ora avrebbero scaricato la batteria), perché per le altre c'è la segnalazione acustica ed è "quasi" impossibile lasciarle accese.
Quello che non mi torna, però, è che di solito quando la batteria è giù si sente il motore che prova a girare ma non ce la fa... mentre in questo caso si sentiva il motorino che proprio non ingranava con il volano. Difatti i rumore di "trillio" al momento dell'accensione farebbe pensare al magnete che va avanti e indietro...Per cui in queste condizioni, non ingranando i denti, i pignone non arriva a fine corsa e non attiva il sensore che da il consenso al motorino di girare.

Un amico mi aveva detto che, se in quel frangente, avessi ingranato la 5 e smosso un po la macchina sicuramente i denti degli ingranaggi si sarebbero innestati, il motorino sarebbe partito e la macchina sarebbe tranquillamente andata in moto... E il discorso può filare... Fila un po meno il fatto che con i cavi a macchina sia partita subito senza problemi. Può essere che quell'elettromagnete abbia una molla troppo potente e non ce la faccia ad attrarre se si abbassa la corrente?
Avete mai visto un relé difettoso che invece di attaccare l'ancoretta, attacca e stacca in continuazione? Questo effetto me la fatto un relé della scheda della caldaia a gas: venne il tecnico, la sostitui, pagai 200 € e il problema si risolse. Poi, per curiosità, la feci vedere ad un mio amico che ripara televisori e affini il quale appurò che si trattava semplicemente di un condensatore, Cambiato quello risolto il problema, il relè rifunziona e adesso ho un scheda di riserva...
Per caso c'è qualche condensatore sull'elettromagnete del motorino?

Giovanni
 
Indietro
Alto Basso