• Non sono ammesse registrazioni con indirizzi email temporanei usa e getta

Digitale terrestre: no Ue ai contributi

blino

Digital-Forum Gold Master
Registrato
18 Giugno 2003
Messaggi
4.423
Località
Novara
Da Il Giornale:
"Il contributo statale di 150 euro per gli utenti che hanno acquistato o affittato un decoder nel 2004 e nel 2005 è illegale e determina «una inutile distorsione a favore delle emittenti televisive terrestri già presenti sul mercato caratterizzato da un rigido oligopolio».
Questo è il giudizio definitivo della Commissione europea nella lettera che sarà inviata oggi al governo italiano anticipata ieri da Radiocor. Nel documento con il quale viene avviata la procedura di infrazione, già annunciata dall'esecutivo e che sarà formalizzata oggi, si afferma che «tali distorsioni possono avere un considerevole effetto sulla concorrenza». Il procedimento contro l'Italia non riguarda le misure previste dalla legge finanziaria 2006: per ottenere il via libera dell'esecutivo europeo, il governo ha dovuto correggere la norma assicurando il principio della «neutralità tecnologica» in base al quale non ci sarà discriminazione nei confronti del satellitare.
[...]"


http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=51968
 
blino ha scritto:
Da Il Giornale:
"Il contributo statale di 150 euro per gli utenti che hanno acquistato o affittato un decoder nel 2004 e nel 2005 è illegale e determina «una inutile distorsione a favore delle emittenti televisive terrestri già presenti sul mercato caratterizzato da un rigido oligopolio».
Questo è il giudizio definitivo della Commissione europea nella lettera che sarà inviata oggi al governo italiano anticipata ieri da Radiocor. Nel documento con il quale viene avviata la procedura di infrazione, già annunciata dall'esecutivo e che sarà formalizzata oggi, si afferma che «tali distorsioni possono avere un considerevole effetto sulla concorrenza». Il procedimento contro l'Italia non riguarda le misure previste dalla legge finanziaria 2006: per ottenere il via libera dell'esecutivo europeo, il governo ha dovuto correggere la norma assicurando il principio della «neutralità tecnologica» in base al quale non ci sarà discriminazione nei confronti del satellitare.
[...]"


http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=51968

Vero il contrario: prima avevamo il monopolio di SKY sulla TV a apagamento, ora, anche grazie al contributo, abbiamo una pluralità di soggetti. W il DTT!
 
Precisamente abbiamo + soggetti tecnologici. Il che non mi dispiace.
 
Che bella la concorrenza del mercato italiano: prima c' era il monopolio di tele+.
Poi si e' passato al monopolio di Sky. Intanto nel settore analogico le risorse sono vampirizzate da Rai e Mediaset e nessuno se ne frega visto che i loro programmi interessano solo a pochi....
Adesso W il DTT perche' mi posso prendere le partite a 5 € l' una ma il monopolio adesso e' ancora una volta nelle mani di Mediaset come nell' analogico senza contare i democratici finanziamenti pubblici per la base dei decoder....
L' adsl e' in mano ad uno solo in Italia ma nessuno ne parla, la Fiat quando incassa e' privata ma quando servono soldi chiede aiuto allo stato e poi si lamenta che le cose non vanno bene...
Ma quanto e' bella la concorrenza all' italiana....

Ciao ciao :happy3: :happy3: :happy3:
 
Fabrizio73 ha scritto:
Vero il contrario: prima avevamo il monopolio di SKY sulla TV a apagamento, ora, anche grazie al contributo, abbiamo una pluralità di soggetti. W il DTT!
e se un domani arriverà qualcuno che proporrà pay tv sat con decoder "aperti" (leggi common interface e non proprietari) gli si daranno i contributi.
 
tikal ha scritto:
Che bella la concorrenza del mercato italiano: prima c' era il monopolio di tele+.
Poi si e' passato al monopolio di Sky.
.....

Hai saltato un passaggio......Streammete dove la metti???........e' bello ricordarsi solo cio' che fa comodo per avvalorare tesi altrimenti insostenibili......ma per favore. ;)

Bye.
 
La mia interpretazione era solo riferita alla concorrenza e del blando significato che assume in Italia chiedo venia se ho dimenticato di citare Stream....
Il fatto e' che in Italia gli investimenti vengono fatti con il contagocce e alla fine gli sforzi maggiori vanno fatti pagare allo stato anche se i beneficiari il piu' delle volte sono delle aziende private.
Molte aziende italiane che adesso sono multinazionali devono la loro richezza al sempre presente aiuto dello stato nei momenti di crisi oppure vengono omaggiati da infrastrutture che costerebbero miliardi nell' essere rinnovate o costruite adesso...
Fa piacere quando sul mercato c' e' VERA concorrenza senza aiuti sottonbanco e quando ne beneficiano i consumatori e non solo i monopolisti dei quali il mercato italiano purtroppo e' ben fornito...

Ciao ciao :icon_cool: :icon_cool:
 
ninnolo ha scritto:
e se un domani arriverà qualcuno che proporrà pay tv sat con decoder "aperti" (leggi common interface e non proprietari) gli si daranno i contributi.
e allora perchè i contributi non sono stati dati anche ai decoder piu aperti di tutti(gli zapper) ed ai TV con gia il decoder DTT integrato(SHARP,LOEWE ad esempio li hanno in catalogo gia da piu di un anno) :eusa_think:

Forse perchè non erano compatibili con la PPW?????

non lo dico io ma il portavoce del commissario europeo per la concorrenza:

Economia
TV DIGITALE, L'UE APRE INCHIESTA SULL'ITALIA
La Commissione europea ha avviato un' indagine approfondita nei confronti dei finanziamenti pubblici concessi in Italia per l'acquisto di decoder digitali nel 2004-2005.Lo ha reso noto il portavoce del commissario europeo per la Concorrenza, Jonathan Todd. La commissione spiega che "gli aiuti pubblici devono evitare ogni distorsione alla concorrenza tra le piattaforme terrestri, cablate e satellitari". Le sovvenzioni italiane"sembra che aiutino gli operatori di canali televisi a entrare nel mercato della Tv a pagamento"

http://www.televideo.rai.it/televideo/pub/pagina.jsp?pagina=134
 
tikal ha scritto:
La mia interpretazione era solo riferita alla concorrenza e del blando significato che assume in Italia chiedo venia se ho dimenticato di citare Stream....

Se e' stata una semplice dimenticanza (capita) mi scuso per aver pensato male.

tikal ha scritto:
Il fatto e' che in Italia gli investimenti vengono fatti con il contagocce e alla fine gli sforzi maggiori vanno fatti pagare allo stato anche se i beneficiari il piu' delle volte sono delle aziende private.
Molte aziende italiane che adesso sono multinazionali devono la loro richezza al sempre presente aiuto dello stato nei momenti di crisi oppure vengono omaggiati da infrastrutture che costerebbero miliardi nell' essere rinnovate o costruite adesso...
Fa piacere quando sul mercato c' e' VERA concorrenza senza aiuti sottonbanco e quando ne beneficiano i consumatori e non solo i monopolisti dei quali il mercato italiano purtroppo e' ben fornito...

Ciao ciao :icon_cool: :icon_cool:

Concordo totalmente.....piu' volte ho detto di non condividere il rinnovo degli incentivi al DTT ma dovevo prendere atto del fatto che la stessa Commissione Europea avesse previsto l'incentivazione.

Bye.
 
Dingo 67 ha scritto:
e allora perchè i contributi non sono stati dati anche ai decoder piu aperti di tutti(gli zapper) ed ai TV con gia il decoder DTT integrato(SHARP,LOEWE ad esempio li hanno in catalogo gia da piu di un anno) :eusa_think:

Forse perchè non erano compatibili con la PPW?????

non lo dico io ma il portavoce del commissario europeo per la concorrenza:

Perche' gli incentivi dovevano essere rivolti solo ai dec. interattivi (MHP) per il supporto dei servizi (chi li ha visti???) delle pubbliche amministrazioni.
Io nutro dubbi sull'utilita' di quei servizi ma non faccio testo.
L'uso per la PPV e' distorto rispetto alle linee guida ma e' stato l'unico modo per incentivare la base installata.
Se li avessero incentivati per servizi inesistenti (o in stadio embrionale) ne sarebbero stati venduti 10 in tutta Italia.

Sul fronte sat, l'interattivita' e' stata sfruttata per facilitare l'*incatramento* (rifilargli, volenti o nolenti, gli Sky*cosi) millantando il supporto dei servizi di pubblica utilita'.......qualcuno li ha mai visti???.......qualcuno ne sente la mancanza???
L'implementazione in ogni caso cozzerebbe contro il middleware (OpenTV - proprietario) usato dagli Sky*cosi* mentre l'U.E. spingeva per l'uso di API aperte (MHP).

Bye.
 
ninnolo ha scritto:
e se un domani arriverà qualcuno che proporrà pay tv sat con decoder "aperti" (leggi common interface e non proprietari) gli si daranno i contributi.

direi proprio di si ;) pero' resta da vedere la questione del middleware......che io sappia non esistono dec. sat MHP, al momento.

Bye.
 
maxicono ha scritto:
Mi chiederanno mica indietro i soldi adesso!

no.....tutti gli italiani contribuiranno alla copertura della sanzione con le tasse.

Bye.
 
Dingo 67 ha scritto:
Io li farei pagare ha chi ne ha tratto piu vantaggio,cioè MEDIASET e LA 7 :eusa_think: :D :D

io sono piu' cattivo.......opterei per far rimborsare sia i contributi (che dovrebbero rientrare nelle casse dello stato) sia la sanzione a chi di fatto li ha inseriti nella manovra finanziaria.........altro che bastone e carota.....solo bastone.

Bye.
 
Cello ha scritto:
io sono piu' cattivo.......opterei per far rimborsare sia i contributi (che dovrebbero rientrare nelle casse dello stato) sia la sanzione a chi di fatto li ha inseriti nella manovra finanziaria.........altro che bastone e carota.....solo bastone.

Bye.
Una volta tanto siamo sulla stessa lunghezza d'onda per cui ti STRAQUOTO :D :D
 
Indietro
Alto Basso