• Non sono ammesse registrazioni con indirizzi email temporanei usa e getta

Tv: esposto Altroconsumo a Ue sul passaggio al digitale terrestre

liebherr ha scritto:
e perchè non ci si è messa mediaset??? ma che modi di ragionare..pure le tv locali con le loro frequenze hanno banda per cui la possono affittare..cosa dovrebbero fare dare altre frequenze a mediaset?

aristocle ha scritto:
In favore di chi? Di RAI e Mediaset?

Non intendevo che dovessero dare nulla a nessuno. Intendevo: accendere un singleplex è un controsenso, viste le potenzialità del DTT. Assegnazione delle frequenze a parte... ritengo che le tv locali, mettendosi insieme, liberando quindi frequenze, porterebbero ad una migliore gestione dell'etere. E accendere un mux costa meno, per i singoli, che accendere più singleplex. E ciò, non necessariamente a favore né di M7, né di Rai, che del resto hanno già i loro spazi. Allo stesso modo ritengo assurdo che pure Rai e Mediaset abbiamo singleplex.

Non credo, poi, che con il DTT avviato avremo tutte le frequenze occupate, come lo sono ora... no?


E poi, liebherr, perché ti inca**i con me col tuo "che modi di ragionare"?
 
Allora avevo ragione io o no?

Ve l'avevo detto che lo switch off sarà prorogato :icon_rolleyes:

Questa è l'Italia..basta solo riflettere sulle cose e ci si arriva da soli :badgrin:
 
le frequenze sono oro anche ora e anche per le tv locali..ma quale costi??? secondo voi una tv locale che ha una frequenza a valcava su milano valore di mercato svariati milioni di euro dovrebbe mollarla e ridarla a dare inditro allo stato e poi finire sul mux di una altra tv locale??? ma che scherziamo??? sarebbe un suicidio..per passar al digitale per una tv locale costa poche migliaia di euro


Le tv locali partono all'inizio con il loro medesimo canale in digitale ma poi affitteranno banda..visto che nei fatti saranno gli UNICI ad affittare banda...Mediaset ha già di suo da mandarci e così gli altri grandi gruppi

Nessuno deve concedere nulla alle locali...nei fatti in sardegna + o meno il criterio è stato che ognuno si tiene quello che ha ora e quindi anche tutte le tv della campania ognuna si tiene il suo..hai una frequenza al faito?? quella ti tieni semmai cambia la frequenza

mux SFN fatti con una sola frequenza ovunque e come ho già detto porta a coperture pratiche non complete..lo dice la stessa AGCOM
 
rmk ha scritto:
Che in Italia ci sia troppa pubblicità (e relativi trucchi) è vero ed anche piuttosto evidente, tuttavia anche i piccoli broadcaster potrebbero utilizzare questa strategia, ma preferiscono offrire solo la cartomanzia; è un pò come se Rai e Mediaset offrissero pubblicità 24 ore su 24, 7 giorni su 7.
Sai perché non lo fanno?
Perché se vengono multate devono pagare col rischio di chiudere baracca.
Se multano una tv nazionale si ripagheranno molto velocemente con gli spot!

rmk ha scritto:
I gruppi stranieri sono più interessati a farsi ospitare in reti già esistenti, piuttosto che gestire una rete a proprie spese.
Questo dove sta scritto?
Finora non si è potuto constatare perché si sono spartiti a tavolino le frequenze gli operatori del duopolio.

rmk ha scritto:
Comunque piuttosto che togliere frequenze a Rai e Mediaset, si potrebbero togliere frequenze alle emittenti locali che trasmettono solo cartomanzia e simili, e dare le frequenze ai gruppi stranieri.
Ma allora fai finta di non capire?
Bisogna evitare le posizioni dominanti e favorire il pluralismo!
Se togli le reti locali fai solo un favore a Rai e Mediaset che si rafforzano, come se ce ne fosse ulteriore bisogno.
Per dire, ora Mediaset è autosufficiente in dtt con 2 mux, uno dei quali è affittato fino al 2012 a canali esterni.
Per quale motivo deve trovarsi regalata altri 3 canali senza aver fatto un briciolo di gara?
Perché gli stranieri devono fare la gara per il 40% e lei con la RAI automaticamente hanno il diritto?
Le concessioni non sono A VITA: scadono e si mettono a banda, come è avvenuto per il Wimax. Non si capisce perché ciò non debbe accadere per i mux nazionali.

rmk ha scritto:
Un'iniziativa di questo tipo garantirebbe l'aumento della pluralità e della qualità media nella televisione italiana.
Quella si avrà solo se si ridimensioneranno le posizioni del duopolio. Fintanto che raccolgono più del 90% (raccoglievano anche per alcune tv locali in passato) non se ne verrà fuori.
Ti posso dire ad esempio che prima il limite era il 6%, ora con la Gasparri è stato alzato al 18% e le televendite non vengono conteggiate, oltre ad aver introdotto un indice del tutto anomalo come il SIC.
Ti pare normale?

rmk ha scritto:
Nessuna posizione satellitare è nata grande, ma quelle grandi sono diventate tali con il tempo grazie a gruppi che ci hanno creduto ed hanno investito tante risorse economiche.
EB9 è una grande possibilità per emergere anche con budget limitati, non è un suicidio e se arrivassero contenuti interessanti (non necessariamente di grandi broadcaster) potrebbe affermarsi a livelli molto importanti.
Per fare concorrenza al duopolio bisogna stare sulla stessa piattaforma.
Ad oggi servirebbero ALMENO 3 reti a copertura nazionale pari alla loro è praticamente impossibile visto che non si possono installare impianti e si dovrebbe andare in perdita per anni prima di ottenere vantaggi che andrebbero ad annullarsi con lo sviluppo di altre piattaforme.
Eurobird9 ad oggi è inutile. E' di importanza strategica nulla.
Sono pochissime le parabole puntate a 9°est.

rmk ha scritto:
Comunque affermare che io parlo per motivazioni politiche è quanto di più falso che si possa dire sul mio conto: non sono mai stato d'accordo con alcuna ideologia politica e penso che mai lo sarò.
Giusto per precisare, senza nessuna polemica.
No infatti, però bisogna avere il coraggio di riconoscere l'evidenza.
Perché non credo che nel mercato sono tutti fessi che vogliono rimanere con le briciole concesse da Rai e Mediaset.
 
ma secondo voi altri sarebbe bene che si blocchi il processo di S.O. che inizierà il 15.10.2008 in Sardegna? (visto i post precedenti)
 
aristocle ha scritto:
Bisogna evitare le posizioni dominanti e favorire il pluralismo!
Se togli le reti locali fai solo un favore a Rai e Mediaset che si rafforzano, come se ce ne fosse ulteriore bisogno.
Quindi, riassumendo in poche parole, preferiresti avere una situazione del tipo 1-2 mux alla Rai, 1-2 mux a Mediaset, 1-2 a TIM, 1 a gruppo l'Espresso, 2-3 mux per nuovi operatori ed il resto ai broadcaster di seconda fascia/locali, così da avere:
- i canali Rai e Mediaset con bassa qualità audio/video a causa di bitrate troppo bassi (1-2 mux per ciascuno non sono sufficienti per l'attuale offerta, se decidessero di aggiungere nuovi canali dovrebbero comprimere ulteriormente);
- qualche nuovo operatore non ben identificato, magari qualcuno che trasmetta con bitrate osceni o, peggio, che trasmetta cartomanzia;
- ed il resto delle frequenze rimangono in mano alla super-offerta di telefonate erotiche e simili.

Non si risolverebbe un bel nulla togliendo frequenze a Rai e Mediaset, anzi la situazione diventerebbe davvero critica; la soluzione è individuare i broadcaster non all'altezza (mi riferisco a coloro che trasmettono soltanto cartomanzia e cose simili), invitarli a comportarsi seriamente e qualora rifiutassero, bisognerebbe spazzarli via in tempi brevi.

aristocle ha scritto:
Eurobird9 ad oggi è inutile. E' di importanza strategica nulla.
Sono pochissime le parabole puntate a 9°est.
Ripeto: tutte le posizioni orbitali sono nate dal nulla, fino a qualche anno fa il satellite era considerato sconveniente e non aveva alcuna importanza strategica, adesso gruppi tlc come Eutelsat o SES sono sommersi di richieste milionarie per avere spazio sul satellite.
EB9 potrebbe diventare una posizione orbitale molto importante, ma prima devono arrivare i contenuti.

claudiuzzo ha scritto:
ma secondo voi altri sarebbe bene che si blocchi il processo di S.O. che inizierà il 15.10.2008 in Sardegna? (visto i post precedenti)
Il blocco dello switch off sarebbe semplicemente una catastrofe per il sistema televisivo italiano.
 
liebherr ha scritto:
penso che sia abbastanza inutile discutere perchè non capisci quello che tu stesso hai riportato e quanto io tante altre volte ho scritto sui mux sfn etc etc

sotto quel piano come vede anche in cieco c'è una completa spartizione dello spettro e una marea di problemi tecnici

Cioè, in parole povere mi hai preso per un imbecille o idiota.:mad: :mad:

Grazie della stima. Forse non ho evidenziato a dovere il fatto che quello che ho scritto nel mio precedente thread non è altro che l'intervento di un nostro collega che rispondendo ad un'altro fa l'elenco dei nuovi canali mettendo in evidenza il fatto che la situazione è molto ordinata e che non ci saranno interferenze. (vedi thread SARDEGNA DIGITALE tutte le date del passaggio definitivo al DTT pagina 9 intervento n°90 Marcolino risponde ad una domanda di m4ybe). Le riflessioni che ho riportato non sono le mie e sono perfettamente a conoscenza di ciò che potrebbe succedere se le catene SFN non sono perfettamente in offset col GPS, oppure non in sincro con i ritardi impostati sul flusso del Transport Stream capocatena. Dopo il 15 c.m. ne vedremo delle belle!

Ma ritengo anche che sia normale che accada qualche default, non avendo precedentemente provato sul campo, ci si affida solo e soltanto alla teoria, e all'affinamento del sistema in corso d'opera. In parole povere credo che saremo degli ottimi beta tester del sistema SFN. Wow:5eek:

Spero con ciò di averti chiarito la mia posizione caro liebherr, in confidenza, seguendo il forum, so che nei tuoi interventi sei un pò puntuto, niente di che, ritengo che sia apprezzabile anche questo atteggiamento! Se non altro dimostri di avere carattere!

Ciao da Pipione

P.S. Adesso vado a nanna, perchè è tardi
 
luisviola ha scritto:
sei un grande!pagnotz,i tempi grami questi!se non sei d'accordo , sei ko.....ta,a mè ,che per mito ho I. Montanelli,dopo pero' con gli introiti publicitari ,aumentano i prezzi!ciao.
Scusa, ma non c'ho capito molto... ;)
 
aristocle ha scritto:
Sai perché non lo fanno?
Perché se vengono multate devono pagare col rischio di chiudere baracca.
Se multano una tv nazionale si ripagheranno molto velocemente con gli spot!


Questo dove sta scritto?
Finora non si è potuto constatare perché si sono spartiti a tavolino le frequenze gli operatori del duopolio.


Ma allora fai finta di non capire?
Bisogna evitare le posizioni dominanti e favorire il pluralismo!
Se togli le reti locali fai solo un favore a Rai e Mediaset che si rafforzano, come se ce ne fosse ulteriore bisogno.
Per dire, ora Mediaset è autosufficiente in dtt con 2 mux, uno dei quali è affittato fino al 2012 a canali esterni.
Per quale motivo deve trovarsi regalata altri 3 canali senza aver fatto un briciolo di gara?
Perché gli stranieri devono fare la gara per il 40% e lei con la RAI automaticamente hanno il diritto?
Le concessioni non sono A VITA: scadono e si mettono a banda, come è avvenuto per il Wimax. Non si capisce perché ciò non debbe accadere per i mux nazionali.


Quella si avrà solo se si ridimensioneranno le posizioni del duopolio. Fintanto che raccolgono più del 90% (raccoglievano anche per alcune tv locali in passato) non se ne verrà fuori.
Ti posso dire ad esempio che prima il limite era il 6%, ora con la Gasparri è stato alzato al 18% e le televendite non vengono conteggiate, oltre ad aver introdotto un indice del tutto anomalo come il SIC.
Ti pare normale?


Per fare concorrenza al duopolio bisogna stare sulla stessa piattaforma.
Ad oggi servirebbero ALMENO 3 reti a copertura nazionale pari alla loro è praticamente impossibile visto che non si possono installare impianti e si dovrebbe andare in perdita per anni prima di ottenere vantaggi che andrebbero ad annullarsi con lo sviluppo di altre piattaforme.
Eurobird9 ad oggi è inutile. E' di importanza strategica nulla.
Sono pochissime le parabole puntate a 9°est.


No infatti, però bisogna avere il coraggio di riconoscere l'evidenza.
Perché non credo che nel mercato sono tutti fessi che vogliono rimanere con le briciole concesse da Rai e Mediaset.
Ciao Aristocle, ricambio il grande! Sempre massimo rispetto per chi la pensa diversamente, ma stupisce sentire molti che hanno, in maniera quasi autolesionistica, una visione capovolta della realtà, spesso confondendo cause ed effetti, difendendo chi ha causato i problemi, e molti che ragionano alla maniera tipicamente italiana del "volemese bene", che ormai la situazione è questa, chiudiamo un occhio e andiamo avanti così, che le cose si aggiusteranno da sole... poi non lamentiamoci
 
Non voglio entrare assolutamente nella polemica ma volevo dire, per essere un po più obbiettivi, che nei primi anni 80 non c'era una posizione dominante. Esisteva canale 5 Italia 1 e rete 4 ma ognuna era di un editore diverso (Rizzoli, Mondadori). Se di questi tre se ne è affermato solo uno la scelta l'han fatta il mercato. Adesso siccome ha vinto bisogna tarpagli le alli perchè è in una posizione dominante?
 
Ultima modifica:
Euplio ha scritto:
Non voglio entrare assolutamente nella polemica ma volevo dire, per essere un po più obbiettivi, che nei primi anni 80 non c'era una posizione dominante. Esisteva canale 5 Italia 1 e rete 4 ma ognuna era di un editore diverso (Rizzoli, Mondadori). Se di questi tre se ne è affermato solo uno la scelta l'han fatta il mercato. Adesso siccome ha vinto bisogna tarpagli le alli perchè è in una posizione dominante?

Veramente sappiamo tutti come sono andate le cose e sappiamo che non tutti hanno santi protettori in paradiso...chi vuol capire capisca.
 
rmk ha scritto:
Quindi, riassumendo in poche parole, preferiresti avere una situazione del tipo 1-2 mux alla Rai, 1-2 mux a Mediaset, 1-2 a TIM, 1 a gruppo l'Espresso, 2-3 mux per nuovi operatori ed il resto ai broadcaster di seconda fascia/locali, così da avere:
- i canali Rai e Mediaset con bassa qualità audio/video a causa di bitrate troppo bassi (1-2 mux per ciascuno non sono sufficienti per l'attuale offerta, se decidessero di aggiungere nuovi canali dovrebbero comprimere ulteriormente);
E perché?
Secondo come dici tu con la scusa dell'offerta ppv dovremmo favorire il duopolio concedendo mux a oltranza e giocando soprattutto sul fatto che per la legge Gasparri non vengono conteggiati come canali !!
Non hai risposto all'altra domanda: credi giusto che Rai e Mediaset non fanno alcuna gara per trasmettere mentre gli altri debbono farlo?


rmk ha scritto:
- qualche nuovo operatore non ben identificato, magari qualcuno che trasmetta con bitrate osceni o, peggio, che trasmetta cartomanzia;
- ed il resto delle frequenze rimangono in mano alla super-offerta di telefonate erotiche e simili.
Fammi capire, se mediaset fa televendite e suonerie va bene, se trasmette a bitrate basso va bene, ma se lo fanno gli altri sono degli incapaci?

rmk ha scritto:
Non si risolverebbe un bel nulla togliendo frequenze a Rai e Mediaset, anzi la situazione diventerebbe davvero critica; la soluzione è individuare i broadcaster non all'altezza (mi riferisco a coloro che trasmettono soltanto cartomanzia e cose simili), invitarli a comportarsi seriamente e qualora rifiutassero, bisognerebbe spazzarli via in tempi brevi.
Per farli essere all'altezza devi metterli a pari condizioni: è vergognoso che ci siano reti nazionali con coperture sproporzionate rispetto ad altri operatori.
Capisco che a chi ragiona in un certo modo piace oscurare gli altri, ma bisogna dare spazio a tutti e poi chi è più bravo si vedrà.
Come sai anche tu è pieno di lamentele sulla qualità editoriale rai e mediaset, semplicemente le cose non cambiano perché è pieno di persone come te che si accontentano di quello che il cavo coassiale fa entrare dentro il televisore, e addossando la colpa agli altri mischiando cause ed effetti.
Pensi davvero che gli altri siano autolesionisti?
Non pensi che la pubblicità raccolta da rai e mediaset penalizzi l'ingresso di nuovi editori, in primis le tv locali che se sforano i limiti devono chiudere?
Però stavolta rispondi, non tagliarmi il post a strisce.



rmk ha scritto:
Ripeto: tutte le posizioni orbitali sono nate dal nulla, fino a qualche anno fa il satellite era considerato sconveniente e non aveva alcuna importanza strategica, adesso gruppi tlc come Eutelsat o SES sono sommersi di richieste milionarie per avere spazio sul satellite.
EB9 potrebbe diventare una posizione orbitale molto importante, ma prima devono arrivare i contenuti.
Appunto.
Ci andassero Rai e Mediaset se davvero conviene.
In genere sono i big a fare da traino, non i poveracci. Tu che dici?
 
Euplio ha scritto:
Non voglio entrare assolutamente nella polemica ma volevo dire, per essere un po più obbiettivi, che nei primi anni 80 non c'era una posizione dominante. Esisteva canale 5 Italia 1 e rete 4 ma ognuna era di un editore diverso (Rizzoli, Mondadori). Se di questi tre se ne è affermato solo uno la scelta l'han fatta il mercato. Adesso siccome ha vinto bisogna tarpagli le alli perchè è in una posizione dominante?

Euplio hai sbagliato a togliere editore :eusa_naughty: :eusa_naughty: :eusa_naughty: dovevi togliere Rizzoli che nella tv ha avuto solo TeleMalta poi chiusa .... Rusconi era il proprietario di Italia 1 e Mondadori di Rete 4 , invece Canale 5 è stato sempre Fininvest. ;) ;) ;)

Adesso dico una cosa ... sapete cosa azzoppa qualsiasi iniziativa in ambito tv e anche Radio ? .... la Siae !!! :eusa_wall: :eusa_wall: :eusa_wall: Rai e Mediaset (non so se anche il gruppo La 7 ) hanno dato una partecipazione azionaria a questa società, mentre le piccole devono pagare cifre non indifferenti .

Lo so adesso Liebherr mi dirà anche le piccole tv e le altre più grandicelle che non sono quelle suddette possono far entrare la Siae in società .... vero ! ma questa nelle grandi ci è entrata perchè si guadagna , nelle altre che spesso hanno i conti in pareggio (quando va bene )ritiene meglio per lei restare fuori ed esigere la tassa (pardon il pi..o).

Questa cosa l'ho letta un paio d'anni fa da qualche parte ed ora mi è venuta in mente , non ricordo la fonte.:eusa_wall: :eusa_wall: :eusa_wall: Mi dispiace.
 
Euplio ha scritto:
Non voglio entrare assolutamente nella polemica ma volevo dire, per essere un po più obbiettivi, che nei primi anni 80 non c'era una posizione dominante. Esisteva canale 5 Italia 1 e rete 4 ma ognuna era di un editore diverso (Rizzoli, Mondadori). Se di questi tre se ne è affermato solo uno la scelta l'han fatta il mercato. Adesso siccome ha vinto bisogna tarpagli le alli perchè è in una posizione dominante?
Sul fatto che quell'uno si sia affermato solo col mercato ci sarebbe molto da ridire, ma lascio perdere per non cadere nei soliti discorsi. Lo sbaglio è stato quello di impedire la creazione di una posizione dominante (è quello che fanno o dovrebbero fare gli organismi antitrust). D'altronde non è sempre detto che il mercato libero porti alla soluzione migliore, lo vediamo in questi giorni con la crisi dei mercati...
 
MA l'antitrust per queste cose è sempre stato zitto con la complicità dei vari ministri delle telecomunicazioni che si sono succeduti. Si è sempre detto siccome la Rai ha 3 canali anche un privato deve averne, facendo nascere cos' il duopolio. Ora la situazione si è incancrenita sarà molto difficile se non impossibile "espropriare" le tv in eccedenza a Mediaset, ma se non fosse partito il digitale terrestre di sicuro Mediaset avrebbe dovuto cedere una rete. Ma se per utopia si partisse ad armi pari un nuovo soggetto entrante sarebbe sempre svantaggiato. Mediaset non è solo tv e immaginate le sinergie possibili? La7 docet

P.s Mediaset è vero che ha beneficiato di tanti favori ma questo molti anni dopo che aveva inglobato le altre emittenti e che si era già affermata. I Favori le sono serviti solamente a mantenere lo stato esistente Vi ricordate l'intuizione all'inizio di spedire tante videocassette a tutte le emittenti associate per far trasmettere in contemporanea un dato progeramma? All'epoca era proibito trasmettere in diretta in tutta Italia. Vi ricordate il mundialito? Vi ricordate i primi grandi nomi strappati alla Rai afior di milioni? Questo è agire da imprenditori!
 
Ultima modifica:
aristocle ha scritto:
E perché?
Secondo come dici tu con la scusa dell'offerta ppv dovremmo favorire il duopolio concedendo mux a oltranza e giocando soprattutto sul fatto che per la legge Gasparri non vengono conteggiati come canali !!
Non hai risposto all'altra domanda: credi giusto che Rai e Mediaset non fanno alcuna gara per trasmettere mentre gli altri debbono farlo?
Secondo te, togliendole le frequenze, Mediaset rinuncerebbe ad alcuni canali oppure semplicemente aumenterebbero la compressione?
Inoltre c'è sempre la speranza di vedere qualche offerta HD free che, per ragioni economiche, in Italia può essere offerta solo da Rai e Mediaset: se togli le frequenze, dove mettono l'HD?
Riguardo la domanda: premesso che sono poco informato circa le gare per l'assegnazione di frequenze tv, da quanto ne so non c'è stata alcuna gara nemmeno per le frequenze già utilizzate da altri operatori, quindi non vedo dove sia il problema.

aristocle ha scritto:
Fammi capire, se mediaset fa televendite e suonerie va bene, se trasmette a bitrate basso va bene, ma se lo fanno gli altri sono degli incapaci?
Non mi risulta che Mediaset trasmetta prevalentemente televendite, lettura del futuro via telefono, intrattenimento telefonico a luci rosse e via dicendo.
Così come non mi risulta che Mediaset o altri operatori nazionali trasmettano con qualità audio/video degna di una videochiamata tramite cellulare 3G con poco segnale: certo la qualità è molto bassa (ed io sono uno dei primi a lamentarsi, basta dare un'occhiata ai miei post), ma esistono situazioni peggiori.
Se hai un'antenna satellitare su 13E, fatti un giro tra i vari canali italiani "minori", guarda con che qualità trasmettono e dimmi se non è una vergogna.

aristocle ha scritto:
1.Per farli essere all'altezza devi metterli a pari condizioni: è vergognoso che ci siano reti nazionali con coperture sproporzionate rispetto ad altri operatori.
Capisco che a chi ragiona in un certo modo piace oscurare gli altri, ma bisogna dare spazio a tutti e poi chi è più bravo si vedrà.
2.Come sai anche tu è pieno di lamentele sulla qualità editoriale rai e mediaset, semplicemente le cose non cambiano perché è pieno di persone come te che si accontentano di quello che il cavo coassiale fa entrare dentro il televisore, e addossando la colpa agli altri mischiando cause ed effetti.
3.Pensi davvero che gli altri siano autolesionisti?
4.Non pensi che la pubblicità raccolta da rai e mediaset penalizzi l'ingresso di nuovi editori, in primis le tv locali che se sforano i limiti devono chiudere?
5.Però stavolta rispondi, non tagliarmi il post a strisce.
1. A quali altri operatori ti riferisci? Comunque vorrei riportare un dato particolarmente interessante: molti broadcaster locali trasmettono sia sul terrestre, sia sul satellite (molti da 13E, la principale posizione orbitale per gli italiani) eppure nessuno li guarda, un motivo ci sarà.
L'attuale posizione di Mediaset è stata creata dal mercato (Rai è un broadcaster di stato quindi si è affermato in modo un pò diverso), forse con qualche aiutino esterno, ma sempre dal mercato, quindi perchè stravolgere tale situazione?

2. Esistono molte persone che si stanno rendendo conto degli enormi problemi di Rai e Mediaset, ma affermare che io "mi accontento di quello che il cavo coassiale fa entrare dentro il televisore" è quasi un insulto:crybaby2:

3. Non ho mai accusato nessuno di essere autolesionista, semplicemente non mi sembra molto sensato togliere frequenze a due giganti anzichè toglierle a chi le spreca.

4. No, secondo me l'ostacolo non è la posizione dominante di Rai e Mediaset.

5. "Tagliare il post a strisce" è una tecnica per favorire la leggibilità dei thread, in alcuni forum è addirittura vietato quotare un intero post e si viene invitati a evidenziare solo i punti salienti da cui prendere spunto per la risposta.

aristocle ha scritto:
Appunto.
Ci andassero Rai e Mediaset se davvero conviene.
In genere sono i big a fare da traino, non i poveracci. Tu che dici?
Concordo, tuttavia anche i piccoli broadcaster potrebbero accettare la sfida piuttosto che lamentarsi senza fare nulla.
 
rmk ha scritto:
Non si risolverebbe un bel nulla togliendo frequenze a Rai e Mediaset, anzi la situazione diventerebbe davvero critica; la soluzione è individuare i broadcaster non all'altezza (mi riferisco a coloro che trasmettono soltanto cartomanzia e cose simili), invitarli a comportarsi seriamente e qualora rifiutassero, bisognerebbe spazzarli via in tempi brevi.
guarda che se Rai e Mediaset non avessero il quasi monopolio della raccolta pubblicitaria nazionale le reti che trasmettono televendite e cartomanti avrebbero più soldi dalla pubblicità tradizionale e non trasmetterebbero più televendite e cartomanti. Spazzarli via perché sfruttano ogni minima chance di sopravvivere con le briciole dei grandi non mi sembra molto corretto.
 
Il problema è che molte reti trasmettono soltanto cartomanzia e cose simili, quindi tutti i soldi incassati finiscono soltanto nelle loro tasche, visto che molto spesso non offrono nient'altro.
Inoltre ho seri dubbi circa la legalità della cartomanzia in TV, finalizzata a trarre profitto dai problemi di molte persone: ma a questo nessuno ci pensa, è molto più semplice lamentarsi delle troppe frequenze in mano a Rai e Mediaset, mentre ci sono decine di frequenze che vengono utilizzate per le trasmissioni sopra indicate:eusa_wall:
 
Euplio ha scritto:
Non voglio entrare assolutamente nella polemica ma volevo dire, per essere un po più obbiettivi, che nei primi anni 80 non c'era una posizione dominante. Esisteva canale 5 Italia 1 e rete 4 ma ognuna era di un editore diverso (Rizzoli, Mondadori). Se di questi tre se ne è affermato solo uno la scelta l'han fatta il mercato. Adesso siccome ha vinto bisogna tarpagli le alli perchè è in una posizione dominante?
posso consigliare questo agile e divertente libro che spiega come sono andate le cose ... senza fatica, divrtendosi parecchio si passa una serata e alla fine si scopre che la stria dell'Italia di fine secolo è un po' diversa da come crediamo ... http://www.fumodichina.com/m-berlustory.htm
M-Berlustory2P.jpg
 
rmk ha scritto:
Il problema è che molte reti trasmettono soltanto cartomanzia e cose simili, quindi tutti i soldi incassati finiscono soltanto nelle loro tasche, visto che molto spesso non offrono nient'altro.
Inoltre ho seri dubbi circa la legalità della cartomanzia in TV, finalizzata a trarre profitto dai problemi di molte persone: ma a questo nessuno ci pensa, è molto più semplice lamentarsi delle troppe frequenze in mano a Rai e Mediaset, mentre ci sono decine di frequenze che vengono utilizzate per le trasmissioni sopra indicate:eusa_wall:
e invece le pubblicità delle prostitute mascherate sotto le linee erotiche? Da quel che ho sentito in un servizio, mi sembra su rai24, se sono le singole signore che pagano non si concretizza nessun reato per le reti che le trasmettono ...
 
Indietro
Alto Basso